I benefici dell’uovo

Uovo sì, uovo no? Come per tutto, ci sono fazioni anche quando si parla delle uova, un alimento presente nella dieta umana da moltissimi secoli che tuttavia presenta pareri contrastanti. Questi pareri contrastanti si basano fondamentalmente su un elemento, e cioè sul colesterolo contenuto nelle uova.

Tuttavia l’uovo ha una composizione varia e complessa e per questo un consumo moderato di questo alimento presenta anche parecchi benefici. Quali sono questi benefici dell’uovo? Ve li sveliamo subito.

I benefici dell’uovo: perché inserire un uovo tre volte alla settimana nella nostra dieta può fare bene al nostro organismo

La giusta quantità di uova in una settimana, come dicevamo, è tre. Tre uova permettono di beneficiare di tutte le qualità positive di questo alimento senza incorrere nell’aumento del colesterolo cattivo nel sangue.

Perché, in effetti, è vero che le uova contengono un’elevata quantità di colesterolo (200 mg per uovo, suppergiù), ma è anche vero che mangiandone uno non superiamo la dose raccomandata giornaliera (300 grammi) e, soprattutto, le uova contengono lecitine, che favoriscono il trasporto inverso del colesterolo dalle arterie al fegato, potenziando il colesterolo buono (come si legge sul sito della Fondazione Veronesi).

Mettendo quindi da parte gli aspetti negativi del colesterolo contenuto nelle uova (che possiamo contenere, appunto, evitando di consumarne eccessivamente - una regola che poi vale per tutto), possiamo concentrarci sugli aspetti positivi e sui benefici delle uova.

Innanzitutto, le uova (e quando parliamo di uova parliamo di quelle di gallina, che sono le più consumate in assoluto) sono una fonte preziosissima di proteine. Ne contengono di complete e di qualità e in grande quantità, e di conseguenza consumando uova possiamo assumere tutti gli amminoacidi essenziali di cui abbiamo bisogno (quelli che il nostro corpo non è in grado di produrre da solo).

Interessante è anche la presenza di moltissime vitamine e di minerali: la vitamina A, la B1 (necessaria alla trasmissione degli impulsi nervosi e della vitamina D, fondamentale per fissare il calcio nelle ossa), la B6 e la B12, così come la colina, la riboflavina e l’acido folico (importante in gravidanza), il ferro, il calcio, il fosforo e il potassio. Lo zinco contenuto, inoltre, contribuisce a rafforzare il sistema immunitario.

Per quanto riguarda i grassi, c’è una caratteristica poco conosciuta: i lipidi contenuti nelle uova sono rappresentati solo per il 65% da trigliceridi, quando, negli altri alimenti, i trigliceridi rappresentano il 98% dei grassi. Il resto dei grassi, quindi, sono grassi monoinsaturi e polinsaturi, che hanno numerosi benefici per il nostro organismo.

Le uova contengono poi lecitina (come dicevamo prima, e che è contenuta prevalentemente nel tuorlo), fosfolipidi e luteina, un elemento che aiuta e protegge la nostra vista.

Il miglior modo per consumare le uova? Alla coque. Questo perché attraverso questa cottura non eccessiva tutti i nutrienti non vengono alterati ed eliminati, le uova rimangono molto più digeribili (perché le sostanze che il corpo utilizza raggiungono il 95% dell’uovo mangiato) e se ne sfruttano tutte le proprietà.

Ti potrebbe interessare anche

Pizzoccheri con dadolata di zucca e carote viola
Il sushi ai bambini, meglio più avanti
Topinambur al prezzemolo
Pollo alla zucca
Le tipologie di olio d'oliva e come degustarli
10 vellutate d’autunno
5 additivi alimentari da evitare
Perché smettere di bere bibite gassate
15 modi per utilizzare le foglie di menta
#myhealthychallenge, ossia da dove comincio per mangiare sano?
La crema Budwig, colazione benefica perfetta
5 idee di bruschette senza pane

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter