Sogni d’oro. C’è il riduttore per lettino

Il tuo bebè nato da qualche mese è portato per sua natura a dormire più del solito. Si calcola, secondo alcune ricerche, che i suoi sonnellini quotidiani variano in media tra le 10 e le 16 ore di fila, al netto di altre problematiche insorgenti che potrebbero farlo restare in dormiveglia.

Il sonno dunque è importantissimo e non va interrotto né ostacolato per nessun motivo, perché gli consente un ottimale sviluppo del fisico e della sua costituzione cerebrale.
Per questo occorre che mamme e papà prendano fin dall’inizio tutte le opportune precauzioni affinché il periodo di quiete del neonato sia il più possibile sereno e non ci siano disturbi o interferenze né per lui né per gli stessi genitori.

Una soluzione è il riduttore per lettino.

Riduttore per lettino, cos’è e come sceglierlo

Ancora prima della nascita del proprio bimbo, molti neo-genitori si chiedono quale possa essere il miglior posto in cui adagiare la nuova creatura e farla sentire protetta e al sicuro anche quando dovesse restare da sola per qualche ora oppure accidentalmente non sorvegliata.

I genitori si trovano nel dilemma, in primo luogo, di dover scegliere tra un lettino o una culletta per il bambino. E in secondo luogo, sono indotti a pensare subito di abbinare ad uno di questi due arredi un riduttore lettino per il proprio neonato.

Se optano per un lettino ma anche per una culletta, allora il riduttore è quelle di cui hanno bisogno per far dormire serenamente il nascituro e loro stessi.

Il riduttore per lettino è una mini-culla imbottita che svolge la funzione protettrice durante il sonno per i primissimi mesi di vita dell’infante, perché restringono le possibilità di movimento nel lettino evitando urti. Questo accessorio va quindi a minimizzare lo spazio e ad avvolgere il bambino come in un dolce abbraccio.

All’interno della pancia della mamma, infatti, il bimbo è protetto e ben avviluppato. Per tutti i mesi di gestazione si trova “ospite” in un spazio piccolo e accogliente, a cui si abitua dolcemente e magari vorrebbe continuare nel momento in cui vede la luce del sole con i propri occhi. Vuole coccole, stare in braccio alla mamma e a papà, vuole giocare continuamente e magari continuare a farlo pure quando dovrebbe dormire nel lettino. Per questo motivo, occorre favorire i suoi periodi di riposo e stare senza pensieri.

Scegliere il riduttore per lettino è una questione di sicurezza

Uno dei principali pericoli che possono impegnare i bimbi fin dai primi mesi di vita si chiama “morte in culla”, perciò è sempre opportuno adottare tutti gli accorgimenti e le contromisure per un sonnellino sicuro del bimbo.
Sul mercato c’è una vasta varietà di riduttori per lettino ma anche di riduttori per culla, che permettono al proprio neonato di poter fare sogni beati e lieti, esattamente come la sensazione di protezione che si crea fra le braccia della mamma.
Ed è necessario sapere che i riduttori per lettini dei neonati sono reputati fondamentali dalle mamme che desiderano rendere il sonno del proprio piccolo sereno.

 

Ti potrebbe interessare anche

La transizione dal lettino con le sbarre al lettino in cameretta
Dalla culla al lettino, qual è il momento giusto
Dove acquistare i lettini montessoriani
Il lettino Montessori per bambini di un anno
Culla co-sleeping, quale scegliere?
I più bei lettini Montessori del mondo
Quali sono le caratteristiche del lettino Montessori
Ikea Hack per la cameretta, o come trasformare i mobili Ikea per bambini in qualcosa di magico
I sacchi nanna: comodi, utili e sicuri
7 aziende di lettini montessoriani assolutamente ecologici
Il lettino Montessori bio, ecologico ed italiano
Come creare una cameretta Montessori
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg