Dolore alla schiena in travaglio

 Foto Credits: By Rshumway (Own work) [GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) or CC BY-SA 4.0-3.0-2.5-2.0-1.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0-3.0-2.5-2.0-1.0)], via Wikimedia Commons

Il dolore alla schiena in gravidanza e travaglio è un fastidio comune a molte donne. Tra il 50% e l’80% delle donne in gravidanza manifesta il mal di schiena, in maniera più o meno forte.

Solitamente il dolore alla schiena è di due tipi: o lieve durante certe attività, oppure più forte e costante, della durata di più giorni. In media, questo mal di schiena si manifesta durante gli ultimi mesi di gestazione, ma alcune future mamme lo provano anche tra l’ottava e la dodicesima settimana di gravidanza.

Durante il travaglio, invece, il mal di schiena è di tipo diverso, ed è proprio indice dei cambiamenti che stanno avvenendo nel corpo e che porteranno al parto.

Dolore alla schiena in travaglio: come si manifesta il mal di schiena durante la gravidanza e il travaglio e come alleviarlo

Per quanto riguarda il mal di schiena in gravidanza, come dicevamo questo può comparire nelle prime settimane di gestazione, oppure, più frequentemente, tra il quinto e il settimo mese, in maniera lieve in base alle posizioni assunte o in modo più costante e duraturo nel tempo.

Solitamente questo mal di schiena in gravidanza è lombare, ovvero interessa la parte bassa della schiena, ed è provocato spesso da certe posizioni, come lo stare sedute troppo a lungo o mantenendo la stessa postura per molto tempo, sia in piedi che sedute. Le cause sono da ricercare nell’aumento di peso, nel cambiamento di postura che la gravidanza provoca (dal momento che la gravità del corpo e il baricentro si spostano), nei cambiamenti ormonali e nella separazione delle fasce muscolari. Anche lo stress può essere causa di mal di schiena.

In tutti questi casi, possiamo, in maniera naturale, provare a ridurre questo mal di schiena. Innanzitutto, facciamo attenzione alla nostra postura e ai nostri movimenti: come dicevamo, i dolori alla schiena in gravidanza sono spesso causati dal mantenimento di una posizione troppo a lungo. Durante la giornata, dunque, possiamo provare a muoverci e a cambiare postura, in maniera delicata, alzandoci se stiamo troppo sedute, camminando un po’, sedendoci se stiamo troppo alzate…

Esistono poi alcuni esercizi che alleviano il dolore, e che il nostro fisioterapista saprà indicarci a seconda della nostra situazione. Altri accorgimenti sono: portare poco i tacchi; dormire sul fianco sinistro con un cuscino tra le gambe; sfruttare terapie con il calore o con il freddo.

Durante il travaglio, invece, il mal di schiena si manifesta in maniera diversa. Il crescente dolore alla schiena negli ultimi mesi di gestazione, infatti, è uno dei sintomi dell’avvicinamento del parto. Oltre alle contrazioni uterine che si avvertono nella zona dell’addome, molte donne percepiscono il dolore più in basso, verso i muscoli delle cosce e sulla schiena, in zona renale e sacrale.

Questo fastidio (che ricorda anche i dolori mestruali, e non solo il classico mal di schiena) è dovuto anche all’abbassamento del bambino, che si sta avviando verso il canale del parto, ed è spesso associato, appunto, al dolore al basso ventre.

Esistono alcuni metodi per alleviare questo mal di schiena da travaglio. Il primo è stare carponi, ovvero a quattro zampe, per rilassare i muscoli della schiena. Oppure possiamo ricorrere alla Gym-Ball, la palla da palestra, una sfera di grandi dimensioni che permette di massaggiare la schiena e il ventre in maniera delicata, con i movimenti che danno più sollievo.

Anche il calore può essere sfruttato per alleviare il dolore e rilassare i muscoli: un bagno caldo può fare molto bene, così come una borsa dell’acqua calda applicata alla zona dolente.

Ti potrebbe interessare anche

Nascere ai tempi del covid, il video della SIN per i genitori
6 modi per alleviare il mal di schiena in gravidanza
Tutto ciò che c’è da sapere sul parto cesareo
Il perfetto kit per il post-parto
La vescica dopo il parto, perché l’incontinenza non è una vergogna
Come evitare la perdita di capelli dopo il parto
Le fasi del parto naturale
Parto indotto, un incremento che fa preoccupare
La valigia dell’ospedale per il parto
Leboyer, per un parto che sia il più dolce possibile
“My body did not fail me”, un bellissimo progetto sul parto cesareo
Contrazioni preparatorie: come sono e quando recarsi in ospedale
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg