Il perfetto kit per il post-parto

La valigia per l’ospedale: fatta. Il corredino: preparato. Ok, siamo tranquille. Ma perché non concentrarci anche sul dopo-parto? E non parliamo di ciò di cui ha bisogno il bambino, perché quello siamo certe sia già tutto bell’e che pronto.

Parliamo di ciò che servirà a noi future mamme. Perché il post-parto non è solo un momento meraviglioso dal punto di vista delle emozioni e scombussolante dal punto di vista delle abitudini. È anche un momento molto delicato, nel quale prenderci cura di noi sarà difficile, ma necessario per il nostro benessere e per quello del nostro bambino.

Ecco quindi qualche consiglio per arrivare al dopo parto preparate, con un kit che ci verrà in aiuto nel momento in cui avremo bisogno di prenderci cura di noi.

Il perfetto kit per il post-parto: cosa preparare per arrivare al parto preparate, per prenderci cura di noi una volta a casa

Partiamo dagli accessori più pratici e necessari, anche se poco glamour: gli assorbenti. Meglio prepararci già con grandi quantità di assorbenti apposta per il post-parto. Meglio se in cotone, dal momento che li useremo per un po’, come questi.

Il nostro corpo in questo momento avrà bisogno di molte più cure e di più delicatezza. E per aiutarlo a superare, anche esteticamente, la fatica della gravidanza e del parto, e per rilassarci un momento facendoci un auto-massaggio, prepariamo della crema antismagliature, da utilizzare tutte le sere o tutte le mattina dopo la doccia, prendendoci un momento per noi.

Nel kit non potrà poi mancare la biancheria intima comoda e abbondante, per sentirci comode e non costrette in elastici e guaine fastidiose.

Lo stesso vale per l’abbigliamento. Nei primi giorni concediamoci tessuti morbidi e abbondanti e abiti dalle forme non costrittive. E non significa stare tutto il giorno in pigiama o in tuta (non tutte lo amano!), ma semplicemente scegliere abiti più comodi, come vestitoni abbondanti, pantaloni larghi, camicie morbide…

Per le mamme che allattano, nel kit non potrà mancare una crema seno (come la crema seno Clemulina), per lenire e addolcire la zona del capezzolo e del seno (e per idratare labbra e mani in inverno!).

L’allattamento prevede anche la preparazione, se vogliamo essere comode e sempre preparate, di abiti e abbigliamento smart, intelligente, che ci permetta di sfoderare il seno in facilità. Compriamo quindi dei reggiseni fatti apposta per l’allattamento, e prepariamo nel guardaroba, a portata di mano, le camicie (che possono essere sbottonate velocemente), le magliette scollate elasticizzate, i cardigan e i capi più “semplici”, accantonando per un attimo i dolcevita e i capi più difficili.

Per le notti passate in piedi, possiamo poi preparare qualche lettura che ci faccia compagnia e che ci concili il sonno. È vero che leggere diviene più difficile, una volta nato il bambino, ma possiamo sfruttare questo hobby proprio per dormire meglio. Anche solo qualche pagina a sera o a notte fa molto bene. Prepariamo quindi i romanzi che più amiamo, oppure approfittiamone e leggiamone qualcuno dedicato proprio a gravidanza e postparto, come “Un post parto senza segreti”, “Mamme pret a porter - il primo anno insieme” o il famosissimo “Il linguaggio segreto dei neonati” di Tracy Hogg.

Ti potrebbe interessare anche

Nascere ai tempi del covid, il video della SIN per i genitori
6 modi per alleviare il mal di schiena in gravidanza
Coronavirus, gravidanza e bambini, il Policlinico di Milano ci aiuta a fare chiarezza
Tutto ciò che c’è da sapere sul parto cesareo
I problemi della pelle più frequenti in gravidanza
Come passare il tempo nel letto quando la gravidanza è a rischio
Come abbassare il colesterolo in gravidanza
5 modi per connettere con il proprio bambino prima del parto
Come combattere l’ansia in gravidanza dopo un aborto spontaneo
La vescica dopo il parto, perché l’incontinenza non è una vergogna
Come evitare la perdita di capelli dopo il parto
Olio emudermico, idratazione e sostegno in preparazione al parto
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg