Lavarsi i denti: 4 consigli per convincere anche i più capricciosi

Ogni genitore, una volta che il proprio bambino è arrivato ad avere una certa età, si trova di fronte alla necessità di insegnare al proprio figlio a lavarsi i denti nel modo giusto. Si tratta di un’abitudine che inizialmente i bambini potrebbero rifiutare e che per questo dovrebbe essere spinta in modo maggiore, per evitare di assecondarli in qualcosa che col tempo potrebbe diventare pericoloso. Un bimbo che non impara sin dall’infanzia l’importanza di questa pratica infatti, diventerà un adulto distratto e quasi mai attento alla cura della propria igiene dentale. Ecco dunque qualche consiglio su come aiutarli in questa fase così decisiva.

Renderlo un momento di gioco

Uno dei metodi migliori per convincere un bambino a spazzolarsi i denti è quello di renderlo un momento di gioco. In tal senso sono numerosi i trucchetti che un genitore può usare per far divertire il piccolo durante la pulizia dei denti: è ad esempio possibile mettere in sottofondo la sua canzone preferita, così da legare questo momento a un ricordo positivo, oppure usare una clessidra, per insegnargli come un gioco le tempistiche di spazzolatura. Anche la scelta di un accessorio come lo spazzolino che si illumina può essere un’ottima idea per divertirlo.

Fare insieme la spesa

Si consiglia di portare il bambino a fare la spesa con voi per permettergli di scegliere i propri prodotti, rendendolo partecipe e coinvolgendolo. È comunque il caso di orientarlo sempre verso quei prodotti per l’igiene orale delicati e sicuri, come quelli che si trovano in farmacia. Naturalmente è bene seguire i consigli del dentista, quando si tratta di accessori come gli spazzolini e di prodotti come il dentifricio dato che devono essere scelti, in un certo senso, “su misura” per il proprio bambino.

Storie e libri che insegnano come lavarsi i denti

Esistono anche delle storie e dei libri che possono aiutare a convincere i bambini a lavarsi i denti: basta recarsi nelle librerie, visitare le sezioni dedicate ai bimbi e chiedere ai commessi se hanno qualcosa su questo argomento. Il vantaggio di queste storielle è innegabile: si sensibilizza il bambino sui rischi e sui metodi corretti, ma senza impaurirlo e dunque intrattenendolo legando nuovamente questa abitudine a momenti gioiosi e di serenità.

Le app per l’igiene dentale

Oramai le app rappresentano delle risorse molto preziose, anche in termini di insegnamento ai bambini e i denti non fanno eccezione. Applicazioni come Brush DJ, ad esempio, spiegano come lavarsi i denti e lo fanno a ritmo di musica, rivelandosi parecchio formative ma anche divertenti. Una seconda app utile in tal senso è With Teeth, una “bocca digitale” che si sporca mangiando e che va pulita diventando un vero e proprio gioco. Una terza opzione molto consigliata è Disney Magic Timer: probabilmente la migliore, perché sfrutta tutto il fascino di personaggi tanto amati come quelli della Disney e della Marvel.

In conclusione, è fondamentale insegnare ai bambini l’importanza della cura dell’igiene dei denti e grazie a poche ma semplici mosse ogni genitore potrà farlo trasformando questo momento in una scusa per divertirsi tutti insieme.

Ti potrebbe interessare anche

Intimo Mioderm, per lavaggi frequenti sicuri e naturali
Quanti sono i denti definitivi degli adulti
Bambini e gengivite, i sintomi e la cura
Quanti sono i denti da latte
I 3 prodotti top per l’idratazione
I 3 prodotti top per l’estate da portare in vacanza
Un talco che non è un talco, ma molto di più
Lavarsi i denti in maniera divertente, smart e comoda!
L’apparecchio, tutto ciò che dobbiamo sapere
Fluoro sì, fluoro no?
L’igiene orale dei bambini
Come insegnare ai bambini tenersi puliti senza urla
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg