Epidurale si, epidurale no...

Ultimamente mi e'capitato di sentire racconti di nascita che poi si concludono con un triste e malinconico "eh si....pero'.....ho fatto l'epidurale, non ce l'ho fatta da sola".

AAAALT!!!! Da ostetrica vi dico che non ci si deve assolutamente sentire in colpa per questa cosa!! Partotire non e' una passeggiata, il dolore del parto e' travolgente e non e'sempre cosi' facile non pensare all'epidurale o rimanere fedeli alle proprie promesse ("io non faro' mail'epidurale!").

Una volta una mamma mi ha detto "mi sono sopravvalutata, non sono stata brava". Assolutamentenon vero!! Sapersi ascoltare e' importantissimo, sapersi sentire e' fondamentale per vivere senza rimpianti le proprie esperienze.
Il travaglio e il parto sono avvenimenti assolutamente imprevedibili ed e' (secondo me) giusto tenersi aperte piu' strade: epidurale o non epidurale?
Non importa. Non esistono mamme di serie B o di serie A. Non stiamo giocando a calico, ogni mamma ha una storia unica e meravigliosa e dovrebbe essere orgogliosa di ogni sua scelta fatta nell'ascolto e nel rispetto di se' e del proprio corpo.

Non farsi delle aspettative circa il tipo di parto o il nostro comportamento in quel momento e' davvero difficile, direi impossibile. La cosamigliore in assoluto, a mio avviso, e' vivere ogni momento senza farsi violenza o imporsi scelte che non arrivano da noi stesse.

Quindi, guardiamoci sempre dentro, ascoltiamo il nostro corpo e non disperiamoci se qualcosa non e' andato secondo I nostril piani.

Keep calm and carry on!

Ostetrica Silvia Bianchi

www.acasaconte.it

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale.

Ti potrebbe interessare anche

Quanto tempo ci vuole per rimettersi dopo il parto?
Come alleviare il dolore delle contrazioni
Nascita dolce e dintorni
Nascere ai tempi del covid, il video della SIN per i genitori
Tutto ciò che c’è da sapere sul parto cesareo
Il perfetto kit per il post-parto
Cos’è l’indice di Apgar e perché è importante
La vescica dopo il parto, perché l’incontinenza non è una vergogna
Come evitare la perdita di capelli dopo il parto
Le fasi del parto naturale
Parto indotto, un incremento che fa preoccupare
La valigia dell’ospedale per il parto
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg