Le frasi per addolcire questo lockdown ai bambini

Il primo è stato duro, ma siamo sopravvissuti. Il secondo? Sarà ancora più difficile, perché è inverno, le feste sono vicine, tanti bambini non vanno a scuola e tutto sembra più nero. Tuttavia è il nostro dovere civico e umano: dobbiamo stare a casa e rispettare le regole. Cercando, allo stesso tempo, di trarre il meglio da questo secondo lockdown.

Per farlo, ecco qualche frase che all’occorrenza possiamo dire ai bambini per offrire spunti di riflessione, parlare, tirare su il morale e tirare fuori la nostra resilienza familiare.

Le frasi per addolcire questo lockdown ai bambini: cosa dire ai bambini per rendere questo lockdown meno pesante

Quando sono triste, io faccio così

Mostrare ai bambini che anche noi siamo tristi e amareggiati, ma che ci può essere sempre qualcosa che ci tira su di morale è un buon esempio. Dicendo loro cosa fa sentire meglio noi, anche loro saranno stimolati a pensare a qualcosa di positivo. Senza tuttavia sminuire l’amarezza o l’arrabbiatura: quella c’è, è un sentimento umano.

Cosa possiamo fare per rendere questi giorni speciali?

Sia sotto Natale che ogni giorno possiamo provare a trovare qualcosa di diverso per rendere speciali le giornate. Che sia uno strappo alla regola alimentare (ordinando una pizza d’asporto), un film seduti sul tappeto, una sessione di lettura nella tenda indiana… Basta che sia qualcosa di unico, che di solito non ci concediamo. Ora abbiamo più tempo: lasciamo che i bambini volino con la fantasia e decidiamo insieme cosa fare.

Pensiamo a come possiamo approfittarne!

Un po’ di entusiasmo non guasta: pensiamo quindi insieme a tutte quelle cose che solitamente non abbiamo tempo di fare e che rimandiamo. Imparare a fare il pane, stare tutto il giorno (ma davvero tutto il giorno!) in pigiama, costruire quel mega veliero della Lego…

Lo so, è molto difficile…

Anche riconoscere la difficoltà del momento senza minimizzare e senza dire “Smettila di lamentarti” (e senza cercare di riempire per forza i momenti morti!) è necessario, perché anche i bambini provano la nostra stressa frustrazione ed è legittima.

Quest’anno mi dovrai proprio aiutare.

Responsabilizzare i bambini facendoli sentire speciali, grandi e utili è sempre una buona idea, soprattutto in questo periodo così strano. Ognuno, in casa, deve impegnarsi, soprattutto quando ci si passa così tanto tempo. I bambini, quindi, potranno avere un loro compito. Anche sotto le feste: potranno fare l’albero completamente da soli, oppure essere gli abitanti ufficiali in cucina…

Pensiamo a quanto siamo fortunati.

Ma non in senso “luogo comune”. No: pensiamolo davvero, facendo una lista di cose belle che possono accadere quando la famiglia passa così tanto tempo insieme. Non era mai accaduto e possiamo pensare a tutte le cose positive!

Inventa una nuova tradizione!

Ogni tradizione inizia da qualche parte. Questo 2020 che finisce potrebbe portarne con sé di nuove, da inventare tutti insieme!

Ti potrebbe interessare anche

Come mangiare bene in smartworking
Come festeggiare Halloween a casa
Come tenere i bambini attivi anche in tempo di pandemia e quarantena
Scuola: rispettando le regole il rischio di contagio è pari a zero
Come risolvere i più comuni problemi della didattica a distanza
10 domande da porsi prima di scegliere un salone di bellezza
Come rendere la mascherina più sopportabile per i bambini
“Scaccia il Virus!”, il gioco da tavolo per imparare le buone pratiche anti-contagio
Come evitare di appannare gli occhiali con la mascherina
Il post-isolamento dei bambini, tra alimentazione e movimento
Buona (strana) fine della scuola, cari bambini
“Fame di pelle”, il distanziamento sociale ci fa mancare il contatto fisico
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg