4 rimedi naturali contro le punture di ape

I rimedi naturali contro le punture delle api sono sostanze che aiutano a decongestionare i tessuti interessati dal veleno iniettato dal pungiglione di queste.

La prima cosa da fare è eliminare il pungiglione con una pinzetta se ancora presente, lavare la parte interessata sotto acqua fredda, disinfettare con acqua ossigenata. Applicare poi il ghiaccio così che il veleno non si espanda ulteriormente e il dolore si percepisca meno.

Di fondamentale importanza, non schiacciare la parte interessata per far uscire il veleno: la pressione incrementerebbe l’entrata in circolo di questo.

E’ necessario recarsi in pronto soccorso nel caso in cui il bambino o l’adulto sia stato punto in bocca e manifesti stati di malessere generali come nausea e vomito e sopratutto nel caso siano presenti difficoltà respiratorie.

Ecco 4 rimedi naturali contro le punture di ape: cosa fare in caso di punture di ape in adulti e bambini

1. Apis 6 ch: il primo rimedio consigliato è un rimedio omeopatico, indicato proprio contro il veleno d’ape. La posologia suggerita è 2 granuli in bocca ogni 10 minuti per la prima ora dopo la puntura, poi rallentare la somministrazione gradatamente, quindi due granuli ogni mezz’ora, poi ogni ora infine 3-4 volte al giorno per 2 giorni.

2. Urtica gel Weleda: rimedio perfetto per le punture di insetto da avere sempre nella borsetta nel kit del pronto soccorso naturale!

3. Argilla: è il rimedio della nonna ma è sicuramente super efficace per togliere velocemente il dolore. Basta mescolare della saliva (si esatto avete capito bene della saliva) e un cucchiaino di argilla: applichiamo sulla superficie interessata dalla puntura d'ape.

4. Olio essenziale di lavanda: olio perfetto per diminuire lo stato infiammatorio della zona. Inserire 6 gocce di olio essenziale di lavanda in un bicchiere d’acqua poi immergere la zona interessata o se non è possibile tamponare questa con garza sterile bagnata con 10 gocce di olio essenziale di lavanda (nel caso in cui il piccolo abbia più di 1 anno. In alternativa inseriamo 5 gocce di olio essenziale di lavanda in un cucchiaio d'acqua, poi immergiamo la garza.

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

Come curare un ginocchio sbucciato in maniera naturale
Il sangue dal naso, tutto ciò che dobbiamo sapere sull’epistassi
Come creare un kit del pronto soccorso con Weleda
Amyko, il braccialetto amico della salute di grandi e bambini
Trauma cranico: cosa fare e cosa non fare
Borsa estiva per mamme natural: baby version

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter