I ricordi fotografici con il cellulare? Sì, si può

Gli album di fotografie (purtroppo) sono andati in pensione. Se prima si scattava in analogico la stampa era d'obbligo. Un obbligo piacevole: solo così restavano i ricordi. Ora con i nostri cellulari e con le macchine fotografiche digitali, pur facendo attenzione ad archiviare tutto sul nostro computer, il rischio è quello di perdere tutti i ricordi per immagini, o, altrettanto pericoloso, di non riguardarle mai.

Ma non è una tragedia: basta riprendere l'abitudine di guardare alle fotografie come ad un ricordo indelebile, mettersi un attimino d'impegno e i nostri scatti possono tornare ad avere il ruolo importantissimo che avevano qualche tempo fa.

I ricordi fotografici con il cellulare? Sì, si può: Afineb ci suggerisce come fare per creare ricordi anche utilizzando le tecnologie digitali

Ormai la macchina fotografica l'abbiamo sempre con noi, volenti o nolenti. I nostri cellulari hanno la funzione fotografica, e il rischio è quello di darla per scontata. Ma non è così. Ecco perché dobbiamo riprendere in mano la situazione e considerare le possibilità in positivo che la tecnologia ci offre! Non lasciamo che le nostre immagini perdano valore.

Innanzitutto, mettiamoci nell'ottica più tradizionale della fotografia come scatto di un momento speciale. Non serve scattare tutto, tutto il giorno e tutti i giorni: è proprio così che l'immagine perde poi il suo valore. Sfoderate la vostra fotocamera quando l'attimo è particolare, quando l'occasione è imperdibile e quando uno sguardo è davvero importate. È quello il momento da immortalare!

La selezione è quindi il primo passo. Il secondo è la cancellazione: se una volta il fotografo incaricato eliminava gli scatti superflui per darci un servizio completo senza ripetizioni, oggi negli stream di fotografie ce ne sono decine sfocate, simili (o addirittura uguali), irrilevanti o (già!) brutte. Gli album sui computer pullulano di fotografie inutili. Ragionate, mettetevi il cuore in pace e cancellate quelle ripetitive e inutili! Un trucco può essere quello di proiettarsi un attimo nel futuro: quali fotografie siete sicuri che voi e i vostri figli avrete piacere a guardare e rivivere?

Detto questo, ricordatevi di stampare. Sempre! Dopo aver caricato le fotografie sul computer, sia dalla macchina digitale sia dal cellulare (un passaggio che spesso si dimentica di fare! Ricordatevi che i cellulari vanno e vengono; i ricordi no!), portatele in laboratorio oppure affidatevi ad uno stampatore online. Selezionate quelle migliori e fatele stampare, così da poterle poi sistemare in un album fisico, cartaceo.

Facendo poi un passo a lato, è bene pensare al discorso della bellezza delle immagini. La fotografia è ormai democratica, tutti possono scattare. Era così anche un tempo, è vero: i nostri nonni e i nostri genitori possedevano spesso una macchina fotografica con la quale immortalavano le vacanze, le ferie natalizie, i momenti insieme. Ma nei momenti più speciali ci si affidava molto di più ai servizi di un professionista. 

Anche oggi dovrebbe essere così: almeno una volta nella vita sarebbe bello se le famiglie si recassero da un fotografo specializzato. Di anno in anno si creerebbero ricordi più "esteticamente impeccabili" da accostare a quelli più amatoriali.

C'è da dire che anche se amatoriali, le fotografie personali sono sempre bellissime. Lo erano un tempo, e ora lo sono ancora di più. La globalizzazione e internet permettono infatti di informarsi, vedere, guardare e farsi una cultura visiva che poi possiamo riversare nei nostri scatti. 

Un suggerimento è quindi quello di guardare sempre alle ultime novità in fatto di immagine, in modo da poter sfruttare al meglio gli strumenti sempre più precisi della tecnologia. Le macchine fotografiche sono infatti sempre migliori, donano scatti precisi e bellissimi, colori vibranti e messe a fuoco spettacolari. Non sprechiamoli!

È quindi il momento di scaricare il decalogo che Afineb, l'Associazione Fotografia Italiana Neonati e Bambini (www.afineb.it), ha preparato per voi: tenetelo sempre con voi, studiatelo e sfoderatelo nei momenti migliori.

(http://www.afineb.it/media/decalogo-ricordi-cellulare.pdf)

Sara Polotti

Foto Credits: 

Michela Magnani Photography di Michela Magnani 

Sito: http://www.michelamagnaniphotography.it

Facebook: https://www.facebook.com/Michela-Magnani-Photography-247342519227/?ref=hl

INSTAGRAM: https://instagram.com/michelamagnaniphotography/

Ti potrebbe interessare anche

Il bagno botanico, un'idea bellissima per fotografie meravigliose
Gli scatti emozionanti di Laetitia Farellacci
Come si svolgono i servizi fotografici ai neonati
Martyna Ball, la fotografa della raffinatezza
Come fotografare al meglio i bambini
La fotografia in sala parto: emozione allo stato puro

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter