Una scelta green, il termoarredo in bagno

No, non è solo perché è piacevolissimo mettere accappatoi e asciugamani a scaldare per il momento in cui usciamo dalla doccia (i nostri bimbi impazziscono dopo il bagnetto, quando li avvolgiamo nei salviettoni caldi!). Il termoarredo è quel prodotto che ci piace perché assolutamente green (oltre che di design).


Ecco quindi una selezione di termoarredi per il bagno a cui ispirarsi, per un bagno bellissimo, di design e molto, molto ecologico.

Una scelta green, il termoarredo in bagno: perché scegliere il termoarredo e quale modello scegliere per un bagno all’avanguardia e di design

Il termoarredo per il bagno è una scelta davvero ottima, non solo perché permette di rendere anche il più piccolo bagno un ambiente accogliente e confortevole, oltre che di design (ci sono modelli scultorei, grafici, divertenti ed elegantissimi, per tutti i gusti), ma anche e soprattutto per le prestazioni.


Se ci seguite, saprete che amiamo rendere le nostre case confortevoli e green, sempre con un tocco personale, e il termoarredo in bagno ci permette di raggiungere questo nostro obiettivo in maniera perfetta. Il termoarredo per il bagno è infatti una soluzione efficiente e pratica attraverso la quale possiamo raggiungere i nostri obiettivi di interior design affiancandoli all’efficienza energetica.

I termoarredi di ultima generazione, infatti, sono studiati apposta per riscaldare il bagno (qualunque sia la sua dimensione) in maniera costante e diffusa efficientemente. Mantengono non solo gli asciugamani caldi, ma soprattutto l’ambiente, che per definizione è molto umido e che ha quindi bisogno di un calore specifico e sano (in particolare quando ci sono bambini in casa).

Il bello è che ormai sono quasi tutti ideati per essere a basso consumo, e quindi il risparmio energetico è assicurato: una scelta ecologica ed economica non indifferente, che permette una situazione win-win, con il design che incontra l’ecosostenibilità.

La scelta dovrà quindi ricadere su termosifoni da bagno che coniughino design e sostenibilità. Innanzitutto, è bene scegliere dei modelli che abbiano la valvola termostatica regolabile, in modo da azionarli quando serve e in modo, soprattutto, da regolare il calore in modo che sia costante e non eccessivo.

Prima di acquistare il termoarredo, poi, dobbiamo certamente tenere presenti le dimensioni della stanza in cui lo andremo ad installare, in modo da garantire una resa efficiente e in maniera da abbattere gli sprechi. Dopo aver ricavato il volume della stanza (misurando la larghezza per la lunghezza e moltiplicandole per l’altezza), potremo chiedere al nostro architetto o al negozio che ci fornirà il termoarredo di procurarne uno adatto, non troppo piccolo (il rischio è che il bagno rimanga freddo), né troppo grande (per non sprecare energia e inquinare meno). Per essere ancor più sicuri di scegliere al meglio il termoarredo, quindi, teniamo presente l’efficienza energetica della stanza: ha dei buoni serramenti che mantengono il calore oppure soffre di spifferi? È un ambiente molto umido oppure è ben areato?

L’efficienza energetica la si raggiunge poi scegliendo la parete sulla quale installeremo il nostro scaldasalviette: sempre meglio puntare sulla parete che dà all’esterno, in modo da abbattere il flusso d’aria fredda che si insinua in casa e garantire così un calore più confortevole e privo di sprechi.

Per quanto riguarda la forma, sono presenti sul mercato davvero moltissimi termoarredi e scaldasalviette. La decisione dovrà equilibrare tanto il nostro gusto quanto l’utilizzo che andremo a farne. Ci sono infatti termoarredi piatti, che somigliano a quadri, e la cui funzione sarà solo quella di riscaldare l’ambiente in maniera perfetta (oltre che di appagare l’occhio). E ci sono poi i classici scaldasalviette tubolari, più comodi e specificatamente pensati per la loro utilità. Soprattutto quando ci sono bambini in casa, è bello avere un termoarredo che svolga anche la funzione di scaldasalviette: appoggiando ai tubi che lo compongono i nostri asciugamani, oltre che ad avere sempre il bagno ordinato in inverno avremo la salvietta calda ogni volta che usciremo dalla vasca da bagno o dalla doccia, rendendo il momento del bagnetto dei bambini ancora più confortevole e godibile.

Ma quali termoarredi e scaldasaviette scegliere? Ce ne sono davvero moltissimi, per tutte le tasche, per tutti gli spazi e per tutti i gusti. Questo, ad esempio, svolge anche la funzione di paravento e divide la stanza in maniera armoniosa e leggera.

Copertina.jpg

https://www.edilportale.com/prodotti/scirocco-h/termoarredo-in-acciaio/mikado_5309.html

Questo, invece, è più classico, ma evergreen e sempre bellissimo da vedere.

architecture-bath-bathroom-1454804.jpg

Lo si può anche scegliere basso, proprio come un porta-asciugamani semplice e perfettamente integrato nel bagno, senza tuttavia rinunciare alla funzione di riscaldamento.

Residential_Suite_Bathroom.jpg

Infine, una scelta di design con un termoarredo che richiama la forma della scala (molto di moda in questi ultimi anni come porta-asciugamani nel bagno) in maniera pulita ed elegante.

d1a64b99fd2dc52ee066fdaca2967efc.jpg
https://www.pinterest.it/pin/548805904579007756/

Ti potrebbe interessare anche

La scuola più ecosostenibile del mondo
Come vivere in maniera sostenibile con “La famiglia zero rifiuti (o quasi)”
Il plogging, che combina fitness ed ecologia
Festa della mamma, regaliamo un albero alla nostra Terra?
Po.Etica, per una moda sostenibile ed attenta all’ecologia
Casa ecosostenibile per dare il buon esempio ai più piccoli
Comportamenti ecologici di tutti i giorni
tRiciclo, Bimbi a Basso Impatto
Perché il biologico deve essere la norma, e non l’eccezione
Come rendere il momento del bagnetto divertente con 10 giochi
The Heart Followers, la scelta di vita di una famiglia norvegese che sta facendo il giro del mondo
Heritage: le biciclette senza pedali che nascono dal riciclo

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter