Come eliminare gli effetti dei metalli pesanti con l'aglio

Possiamo seguire una dieta biologica e salutare, fare attività fisica, fare attenzione a come trattiamo il nostro corpo. Ma inevitabilmente il mondo in cui viviamo ci mette a contatto con situazioni spiacevoli, inquinanti e intossicanti.

Prendiamo i metalli. Chi lo direbbe che il nostro corpo è costretto a ingerirne e a pagarne le conseguenze? Già. Moltissimi cibi che mangiamo, l'aria che respiriamo, l'acqua che ci disseta: i metalli pesanti come nichel, piombo, mercurio, cromo o alluminio invadono il nostro organismo senza che ce ne rendiamo conto.

Ma una soluzione c'è, e possiamo trovarla proprio negli alimenti.ù

Vediamo come eliminare gli effetti dei metalli pesanti:  i consigli per utilizzare l'aglio per depurarci e disintossicarci!

La chelazione, o azione chelante, consiste nella capacità di una sostanza, composta da acido dimercaptosuccinico oppure etilendiaminotetraacidico, di afferrare come una coppia di chele i metalli dannosi al nostro organismo aiutando la naturale espulsione degli stessi.

La terapia chelante è ormai diffusa in molti paesi, ma si tratta di una procedura medica somministrata sotto la supervisione di esperti. Tuttavia, alcuni alimenti possono aiutare nella vita di tutti i giorni, delicatamente ma con lo stesso principio.

L'aglio, conosciuto per il suo potente effetto antibiotico naturale, ha anche questa preziosa capacità. E, non essendo una sostanza chimica o artificiale, è da preferirsi alle terapie più pesanti, essendo molto più tollerabile da parte dell'organismo. L'unica differenza è che intraprendere una terapia naturale del genere, associata alla dieta, significa protrarla più lungamente nel tempo (assumendone una piccola quantità al giorno, senza esagerare!). Ma vediamo nello specifico come agisce questo ingrediente.

L'aglio è ricchissimo di zolfo, e lo zolfo ha potere ossidante su vari metalli come mercurio, cadmio e piombo; questo suo potere aiuta i metalli a divenire più solubili in acqua e quindi a venire espulsi più facilmente dall'organismo.

Contiene inoltre il selenio bioattivo: questa sostanza è importantissima, anzi, fondamentale per proteggere dalla tossicità del mercurio.
L'azione chelante dell'aglio è potenziata se assunto da crudo. Certo, il suo sapore pungente non piace a tutti, ma se apprezzate questo ingrediente potete utilizzarlo da crudo sulle bruschette (a pezzetti o strofinato sul pane), nei pesti, nelle salse come l'hummus di ceci o carote oppure nella guacamole con avocado e limone, oppure come condimento per carne e verdure grigliate, lasciandolo in infusione con olio e prezzemolo (ma anche mantenendolo a pezzettini).

Se proprio non vi piace il suo sapore, e se temete che il vostro alito possa risentirle (anche se in realtà esistono vari rimedi, come mangiare una mela, oppure mescolarlo a del miele; e, per tornare alle ricette di cui parlavamo, ceci, carote e avocado ne smorzano moltissimo il sapore e l'odore!), il modo migliore per assumerne è ricorrere all'estratto di aglio secco invecchiato, che potete trovare in erboristeria.

Per potenziare ancor di più l'effetto chelante della vostra dieta potete poi associare l'aglio con altri alimenti dal potere chelante: la curcuma, il coriandolo, l'alga clorella. Oppure con integratori a base di zeolite (minerale vulcanico spesso utilizzato nei depuratori casalinghi dell'acqua; lo si trova anche sottoforma di integratore alimentare), bentonite, psillio o Omega-3.

E, come per molti altri problemi, un bicchiere d'acqua calda e limone alla mattina svolge un'azione depurativa notevole che agisce anche sui metalli presenti nel corpo!

Fonte: http://www.estraggo.it/blog/aglio-chelante-metalli-pesanti/

La redazione di mammapretaporter.it

Ti potrebbe interessare anche

La dieta del dott Longo: 5 giorni al mese per la dieta mima digiuno per la rigenerazione cellulare
Estratto contro la ritenzione idrica cetriolo e sedano
10 falsi miti sulle diete da sfatare
Acqua detox cetriolo, limone e menta

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna