Contro i disturbi dell'attenzione meglio scegliere la dieta mediterranea

Il disturbo dell'attenzione (ADHD) è uno dei disturbi dello sviluppo neuropsichico del bambino e dell’adolescente più diffusi in tutto il mondo. I bimbi e le bimbe che presentano ADHD si presentano disattenti, iperattivi e particolarmente impulsivi. Ma a quanto pare c'è un modo per prevenire questi disturbi, o quantomeno per provare a limitarli. E l'Italia ha un vantaggio: la dieta mediterranea parrebbe infatti diminuire il rischio di avere una diagnosi di ADHD (il deficit di attenzione) o di Iperattività. L'alimentazione naturale, quindi, gioca un ruolo fondamentale.

Lo studio

A sostenere che i Disturbi dell'Attenzione possano essere prevenuti anche grazie alla dieta mediterranea è uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics, condotto da José Ángel Alda, Section Head del reparto di psichiatria e psicologia dell'ospedale Sant Joan de Déu di Barcellona. I risultati parlano di come la dieta povera e semplice come quella mediterranea possa ridurre non solo le malattie cardiache, l'Alzheimer e alcuni tipi di tumori, ma anche i disturbi dell'attenzione.

La ricerca ha coinvolto sessanta bambini e adolescenti tra i 6 e i 16 anni. Tra loro erano presenti individui con ADHD e altri senza alcuna diagnosi. A tutti i partecipanti sono state chieste le abitudini alimentari e le risposte hanno rivelato come tra i ragazzi senza ADHD fosse più diffusa la dieta mediterranea e come, allo stesso tempo, quelli che non la seguivano avessero più probabilità di andare incontro a una diagnosi di iperattività o ADHD

Tra i dati interessanti, quelli relativi ai dolciumi: i bambini e ragazzi che consumavano molte caramelle e bibite zuccherate avevano maggiore prevalenza di disturbi dell'attenzione. E gli stessi consumavano meno quantità di pesce grasso, quello ricco di acidi grassi Omega3. 

Cosa si intende per dieta mediterranea

La dieta mediterranea è il regime alimentare che segue la maggior parte della popolazione che vive nella zona mediterranea. La pasta e i derivati, e quindi i cereali, stanno alla base di questa dieta, caratterizzata anche da un alto consumo di vegetali, pesce e cereali integrali. Carne rossa, uova, latticini e dolci sono invece gli alimenti meno presenti in questo tipo di alimentazione.

Oltre a tutto questo, la dieta mediterranea si distingue dalle altre per la grande varietà di alimenti: variare i menu settimanali inserendo tanti tipi di verdure, pasta integrale, pesce e cereali di diversi tipi è particolarmente benefico e permette di fare incetta delle giuste vitamine e dei giusti sali minerali che assicurano un buono stato di salute.

Ti potrebbe interessare anche

Come far mangiare le verdure ai bambini: 4 trucchi da provare
Flexitariana, la dieta quasi vegetariana per chi non vuole rinunciare alla carne
Inquinamento e ADHD sono correlati: essere green fa bene anche ai nostri figli
Alimentazione: alcuni trucchi per far mangiare le verdure ai propri bambini
Le competenze da insegnare fin da subito per una vita di successo
Balbuzie: combattiamo gli stereotipi
Stimolare l'abbronzatura attraverso il cibo: ecco come mangiare
7 consigli per stimolare l'appetito dei bambini che non mangiano
Come tenere occupati i bambini piccoli (sotto i 3 anni)
Ecco gli alimenti per supportare lo sviluppo neurologico del tuo bambino
Bambini, come sviluppare e favorire la concentrazione
La disortografia, un DSA meno conosciuto

Sara

sara.png

Cecilia

Untitled_design-3.jpg