Come cambia il ciclo mestruale dopo il parto

Che il nostro corpo cambi dopo il parto non è una novità né un segreto. Anzi. Ma non parliamo solo a livello esteriore (quello, dopotutto, è molto soggettivo, e il “tornare in forma” è differente per tutte). Anche il nostro corpo cambia nei mesi in cui accoglie una vita e la mette al mondo.

A cambiare, soprattutto, sono il nostro utero e la nostra vagina, che sono le parti del corpo più coinvolte in questa fase della nostra vita. Ma anche se questo pare scontato, è anche normale per un po’ non pensarci più: il ciclo per un po’ scompare e noi, giustamente, siamo impegnate tanto a occuparci del nostro bambino quanto a tenere d’occhio la nostra pancia che scompare.

Dopo un po’ però torna, naturalmente. Ma chi ci mette in guardia? Chi ci spiega qualcosa? Soprattutto sul primo ciclo post-parto, quello che spessissimo ci coglie a sorpresa!

Come cambia il ciclo mestruale dopo il parto: dal primo ciclo post-parto ai successivi, come cambiano le mestruazioni dopo aver avuto un bambino

Ecco, la sorpresa: coglie la maggior parte di noi, perché spesso non ci aspettiamo arrivare quel ciclo che ormai diamo per lontanissimo. Certo, man mano che i mesi passano sappiamo che prima o poi arriverà, ma è assolutamente soggettivo e non c’è dunque una data per tutte. Dipende da molti fattori, in primo luogo l’allattamento (mentre si allatta tendenzialmente il ciclo si interrompe, mentre per le donne che non allattano il ciclo solitamente torna tra le sei settimane e i tre mesi dopo il parto, o comunque entro i sei). Ma anche se prendiamo in considerazione tutti i fattori, non sappiamo quando arriva.

Soprattutto, spesso non ci aspettiamo che arrivi così abbondante. Un po’ perché non siamo più abituate e un po’ perché effettivamente il ciclo dopo il parto si fa più forte. Mi raccomando: tenete in casa assorbenti ultra e mutandine apposta per il flusso abbondante, perché vi serviranno, ed essere preparate farà vivere con meno ansia questo momento!

Il ciclo post parto abbondante è dovuto tanto ai cambiamenti dell’utero quanto al parto stesso. Oltre alla sfaldatura delle pareti dell’endometrio, infatti, potrebbe portare con sé residui del parto stesso che non sono stati espulsi con il sanguinolento dei giorni successivi al parto. E pare che sia più doloroso e intenso quanto più ci allontaniamo dal parto.

Parlando poi della frequenza, anche questa cambierà, almeno per un po’ di tempo, quindi non c’è da preoccuparsi se dopo il primo ciclo mestruale il secondo arriva prima del previsto o tarda eccessivamente. Piano piano, poi, si regolarizzerà da solo.

Tuttavia, le donne che precedentemente soffrivano di ciclo irregolare potrebbero beneficiarne, perché spesso capita che a loro, dopo la prima mestruazione post parto, queste divengano più regolari di prima. E anche il dolore potrebbe diminuire, soprattutto nelle donne affette da endometriosi o da ovaio policistico.

Considerando tutti questi fattori, non dobbiamo comunque dimenticarci dell’ovulazione, soprattutto se stiamo attente alla contraccezione. Proprio per il fatto che il ciclo dopo il parto arriverà un po’ a sorpresa, non sappiamo quando avverrà la prima ovulazione, e potenzialmente possiamo essere sempre fertili. Certo, durante l’allattamento (soprattutto esclusivo, quindi prima dello svezzamento) è difficilissimo che il ciclo torni, quindi possiamo stare abbastanza tranquille (ma mai al 100%, come in tutte le cose). Ma, in ogni caso, se non stiamo cercando un altro bambino la contraccezione è sempre consigliata.

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

Le voglie prima del ciclo mestruale
Rimedi naturali contro i dolori mestruali
Estrogeni e progesterone, gli ormoni del benessere
5 modi per rendere più piacevole il ciclo mestruale
Sì, le mestruazioni sono ancora un tabù, ed è assurdo
Gli ormoni femminili, il ciclo mestruale e i suoi segreti
Sesso durante le mestruazioni, perché no?

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

Newsletter