Un asilo a misura di bambino nel cuore di Tokyo

Si può costruire un luogo completamente a misura di bambino in cui i piccoli possano giocare felici e in libertà? A quanto pare sì, anzi, è quello che è successo a Tokyo nell’ambito del progetto “L’asilo più bello del mondo”, un’iniziativa volta a creare uno spazio alternativo per far giocare i bambini in un ambiente stimolante e continuamente in contatto con la natura.

Cerchiamo di capire bene i presupposti su cui si basa l'asilo a misura di bambino nel cuore di Tokyo: una scuola sviluppata per far vivere i bambini in armonia con la natura.

E' progetto messo a punto dall’architetto Takaharu Tezuka a Tokyo per soddisfare tutte le esigenze dei bambini e per regalare loro un luogo dove possano sentirsi felici e spensierati anche se in un contesto scolastico.

Bisogna pensare come un bambino”, questa la frase che lo stesso architetto ha pronunciato nel corso della presentazione per spiegare il perché di questo progetto tanto ambizioso quanto incredibilmente innovativo e creativo.

L’asilo si chiama Fuji Kindergarten, sorge poco fuori dalla città e ha una forma ovale. Al suo interno i bambini possono correre all’infinito, in mezzo a tanto verde e a molti alberi che crescono proprio tra una classe e l’altra.

All’interno di questo spazio, insomma, ci si può muovere liberi in una sorta di circolarità che non finisce mai. I bambini giocano e si rincorrono senza mai trovare ostacoli e possono anche scendere e salire dai tetti grazie a un sistema sicuro di scivoli e scale. E a proposito di sicurezza, sono anche previste delle strutture sotto le quali i bambini possono ripararsi in caso di calamità improvvisa eterremoti.

Infine, un’alta chicca molto innovativa di questo asilo, e spazio creativo, è la possibilità data ai bambini, e agli insegnanti, di cambiare mensilmente la disposizione dei mobili. La scuola è piena di scatole di legno multifunzione, costruite con un materiale molto leggero chiamato “kiri”, che hanno la funzione di sedia, ma che, all’occorrenza, possono anche diventare lo spunto creativo per un gioco di assemblaggio.

La redazione di mammapretaporter.it

Ti potrebbe interessare anche

Le più belle frasi sulla fine della scuola
Scuole aperte in estate: sì grazie (ma così non basta)
Cos'è e come riconoscere la disgrafia
Cos'è e come funziona il blended learning
Meditazione a scuola: a Baltimora un istituto elementare l'ha inserita nel programma
Cosa regalare alle maestre: idee originali a prezzi contenuti
I segnali della dislessia: a quali segni fare attenzione
Con questi libri i bambini si appassionano DAVVERO a storia e scienza
Le più belle frasi sull'inizio della scuola
Tagesmutter (e Tagesvater): cosa sono le "mamme di giorno"
Settembre: scuola, sport e impegni. Come riorganizzarsi
Il rientro a scuola dopo la pandemia può creare ansia: ecco come superarla

Sara

sara.png

Cecilia

Untitled_design-3.jpg