10 piccoli momenti che rendono le giornate dei bambini speciali

Avevamo già parlato di come i bambini non sognano le grandi cose per essere felici, ma che preferiscono quella semplicità che è indice di amore. Ma quali sono, allora, le piccole azioni quotidiane alle quali da genitori non dovremmo rinunciare per farli felici? Non sono le gite a Disneyland o i regali grandi come una casa. Ve lo assicuriamo! 

Preferite quindi concentrarvi sulla quotidianità, piuttosto che sulle occasioni “speciali”. Solo in questo modo l’amore sarà davvero costante, e la felicità sarà assicurata.

Ecco i 10 piccoli momenti che rendono le giornate dei bambini speciali: quali sono davvero le cose semplici che rendono i bambini felici e che fanno capire loro quanto gli vogliamo bene

  • La prima “cosa” è semplice: la lettura di una fiaba a letto. Iniziate fin da subito, anche se pensate che non capiscano. Fare della lettura a letto un’abitudine è uno dei migliori modi per fare capire ai bimbi che ci siete, che amate i piccoli momenti con loro. E che, non importa cos’è successo durante la giornata, la sera sarà quel momento solo vostro che cancella tutte le difficoltà.
  • Cucinare insieme è un’altra abitudine alla quale non rinunciare. Non solo perché è un’attività educativa e che aiuta le skills manuali, ma perché realizzare qualcosa di concreto dà loro sicurezza, rende felici. Ecco perché almeno una volta a settimana dovremmo cucinare insieme una torta, o dei muffin, da mangiare poi a colazione per tutta la settimana.
  • Uno dei momenti in cui dovremmo prenderci del tempo senza affrettare le cose è il bagnetto, o la doccia. Proviamo a far sì che non sia solo un lavarsi, ma un prendersi del tempo per giocare con l’acqua, per rilassarsi, magari, anche qui, leggendo una storia o giocando con le barchette!
  • Le passeggiate. Ah, le passeggiate… Qual è l’ultima volta che siete usciti a piedi tutti insieme? È passato del tempo, vero? Un paio di sere a settimana potreste fissare la vostra uscita insieme, magari con il cagnolino, e vedrete come i bambini apprezzeranno!
  • Sempre se avete un cagnolino o un animale domestico, sappiate che il prendersi cura di lui è un compito fondamentale per i bambini, che spesso adorano avere piccole responsabilità nei loro confronti. Lasciate quindi che diano loro da mangiare, o li lavino insieme a voi il sabato mattina!
  • Al posto delle passeggiate, poi, potreste comunque prendere un’abitudine serale da dopo cena che non sia il guardare film e tivù. La cosa più semplice è insegnare ai bambini a giocare a carte, prima con cose semplici, poi, man mano, con giochi più elaborati.
  • Giocare insieme, ma soprattutto disegnare insieme: non usate la scusa del “non sono capace”. Pensate che ai bambini interessi che siate Michelangelo? No. Quindi non preoccupatevi e prendete un foglio insieme a loro.
  • Ogni famiglia ha le sue battute, no? Provate a pensarci: magari voi stessi, con i vostri genitori, avete ancora oggi frasi divertenti che capite solo voi, o siparietti che ogni tanto tornano a farvi sorridere. Fate sì di non rinunciare mai a queste cose con i vostri figli: saranno battute segrete, cose solo vostre che vi faranno sorridere per sempre.
  • Raccontate loro le storie di quando erano piccoli: un piccolo gesto che a noi sembra scontato, perché stiamo con loro da quando sono nati. Ma per loro sentire di come erano, di come era la famiglia, prima dei momenti che ricordano è un bellissimo momento, che li interessa e che li fa sentire ancora più amati.
  • Infine, trovate un’attività da fare insieme, che sia solo vostra: papà potrebbe portarli a pescare, mamma fare insieme a loro yoga una volta a settimana… Scegliete voi, tutti insieme, anche in base agli interessi dei bambini!

Sara Polotti 

Ti potrebbe interessare anche

Come parlare ai bambini della violenza sessuale
Le sette regole di Giovanni Bollea per educare i bambini
Saltare il pisolino, perché i bambini impazziscono
Come insegnare ai bambini ad essere ordinati
Perché i bambini piagnucolano, secondo la scienza
Perché la routine è fondamentale per una famiglia felice
Come incoraggiare i bambini a giocare da soli
Sì, essere mamme fastidiose ripaga: sarà il successo delle nostre figlie
Come rendere i bambini responsabili
Il Programma Baby Signs, perché lo scambio comunicativo genitori-figlio è importantissimo già nei primi due anni di vita
I pericoli dell'insegnamento precoce
Che tipo di genitore sei?

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

Newsletter