Quando la natura diventa arte: 10 giochi con gli elementi naturali

Se la Land Art prevede la creazione di lavori prelevando ciò che essa offre e realizzandoli direttamente sul posto, ciò non toglie che un altro tipo di arte possa essere fatto prendendo i materiali naturali e integrandoli nei lavoretti a casa. 

Il risultato è fantastico, ma anche il procedimento: i bambini passano del prezioso tempo all'aperto per cercare gli elementi dei loro “collage”, dopodiché utilizzano in maniera profonda la loro immaginazione e, infine, si lasciano coinvolgere in maniera indiretta in esperienze sensoriali davvero naturali.

Quando la natura diventa arte: 10 giochi con gli elementi naturali da fare con i bambini

Primo esercizio che viene in mente quasi naturalmente: cogliete i fiori in giardino, strappatene delicatamente i petali e ricreate (o reinventate, stravolgete!) quegli stessi fiori incollando i petali su un bel foglio di carta ruvida da decorare con pastelli e gessetti.

(foto 1 http://www.kcedventures.com/blog/crafts-for-kids-flower-art-and-nature)

Erba, fiori e foglie possono però diventare anche qualcos'altro: i bimbi possono sfruttarli esattamente come fossero un materiale d'arte, disegnando i tratti del loro soggetto con gli elementi naturali. Le faccine? Sono bellissime e divertentissime. Potete fare il ritratto di ogni membro della famiglia.

(foto 2 http://happyhooligans.ca/nature-faces/)

E guardate come dei petali di rosa si trasformano in soffici palloncini!

(foto 3 http://playfullearning.net/2014/06/collaborating-nature/)

E un ramo nodoso e sottile se fissato e incollato sopra ad un foglio può essere la base per disegnare un maestoso castello, sfoderando tutta l'immaginazione e tutta l'indole da architetti di cui i bimbi sono capaci.

(foto 4 http://playfullearning.net/2014/06/collaborating-nature/)

Le foglie, con le loro innumerevoli e variegate forme, si prestano invece a collage super definiti: possono trasformarsi in praticamente tutti gli animali...

(foto 5 http://drlill.com/2013/01/07/so-creative-2/)

E se le integrate con ghiande, bacche e gusci trovati qua e là i vostri insetti riusciranno benissimo!

(foto 6 http://www.modernparentsmessykids.com/ways-to-play-with-nature-inside-out-all-month-long/)

La stampa, su carta o su tessuto, piace tanto, tantissimo ai bambini. Utilizzate tutte le foglie che trovate come stampini pronti all'uso! I bambini saranno affascinati tanto dal procedimento quanto dalla perfezione delle foglie, tutte diverse, con tutte quelle venature...

(foto 7 http://ukkonooa.blogspot.it/2015/07/uudet-paalliset-diy-printed-pillow.html)

Di nuovo le foglie, ma stavolta integrate con il disegno: lasciate che i bambini vengano ispirati dalla forma di ogni foglia che trovano nel prato, disegnandoci attorno per un risultato bellissimo e davvero interessante.

(foto 8 https://mommaoh.wordpress.com/2009/09/01/september-fun-fall-crafts-competition/family-fun-fall-crafts/)

Altro materiale versatile e carino, che piace a tutti i bambini, sono i sassi piatti e lisci. I ciottoli, insomma. Anche questi possono essere usati come le foglie, incollandoli su un foglio e disegnandoci attorno ciò che ispirano con la loro particolare forma.

(foto 9 https://it.pinterest.com/pin/382594930820652648/)

E i rami? Fate una scorta di quelli sottili e lunghi e dopo averli dipinti con le tempere di mille colori adagiateli in un vaso (o, meglio, in un barattolo): avrete un bouquet fatto con amore che durerà per sempre.

(foto 10 http://www.homemadeginger.com/2015/08/painted-twig-bouquet.html)

Sara Polotti

Ti potrebbe interessare anche

La Puddle Jumpers Nature Preschool, un asilo che amiamo
Curiosità e senso di meraviglia sono il tesoro dei nostri figli
Qualche idea creativa con i pastelli a cera
Le fatiche di un dislessico diventano arte
“What real men cry like”, progetto fotografico che può cambiare il mondo
I ritratti dell’innocenza di Ali Cavanaugh
“My body did not fail me”, un bellissimo progetto sul parto cesareo
Autoritratti corporei per bambini
"Autoritratti", un libro carinissimo per sperimentare la creatività su se stessi
Gli ultimi giorni per visitare la Van Gogh Immersive Experience a Napoli!
“Matisse” per bambini
“Questa (non) è matematica”

Schermata 2018 06 26 alle 18.36.25

 

 

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter