Esercitare la gratitudine ogni giorno per sentirsi meglio

La gratitudine a volte è sottovalutata. E non parliamo dei semplici “grazie”, ma della consapevolezza dei doni che riceviamo ogni giorno, delle persone che ci attorniano, della nostra famiglia… E non solo a livello educativo (sappiamo quanto sia giusto e importante insegnare ai bambini il valore della gratitudine), ma anche per la serenità personale e familiare.

Prendere consapevolezza delle fortune che abbiamo, infatti, fa benissimo, anche e soprattutto quando stiamo passando periodi non semplici o quando ci troviamo in situazioni dure e pesanti.

Ecco dunque qualche piccolo esercizio per vivere ogni giorno consapevoli di ciò che abbiamo e, soprattutto, per vivere grati e, di conseguenza, più sereni.

Esercitare la gratitudine ogni giorno per sentirsi meglio: come prendere consapevolezza delle proprie fortune per vivere più serenamente

Scrivere ciò per cui siamo grati

Il barattolo della gratitudine sembra un esercizio per bambini, ma in realtà non lo è. Una buona cosa è farlo tutti insieme, oppure realizzarne uno per componente della famiglia, senza sminuirlo a “gioco per bambini”. Scrivere i pensieri e mettere nero su bianco ciò per cui siamo grati è importantissimo e lo rende più tangibile e concreto, e questo non può che fare bene, anche per mettere nella giusta prospettiva le cose della vita.

Ringraziare, sempre

Dire “grazie” sembra scontato, o addirittura futile, ma non lo è. Anche quando prendiamo un caffè al bar, anche quando qualcuno si sposta per farci passare, anche quando nostro marito ci passa il telecomando o quando i bambini ci porgono qualcosa. Dirlo sempre è un’abitudine, è vero, ma è un’abitudine bellissima, che svolta le giornate, soprattutto quando detto con un sorriso. Dire “grazie” è mostrare la nostra gratitudine nei confronti dell’altro, e un gesto così piccolo, se tutti lo facessero, potrebbe davvero cambiare il mondo.

Girare la frittata

A volte le situazioni più difficili ci tolgono la prospettiva. Ovvero: non vediamo più che le cose negative. Esercitare la gratitudine pensando a ciò per cui siamo grati e ringraziando chi ci sta attorno rende le cose più sopportabili e piacevoli, perché ci porta a pensare alle cose positive anche nei momenti più bui e difficili. Cerchiamo quindi sempre di guardare le situazioni da diverse angolature.

Circondarsi di persone che danno valore alla gratitudine

Ormai si sa: togliere le persone tossiche e negative dalla propria vita non è un atto di egoismo, ma è una decisione ammirevole, se questo ci fa stare meglio e vivere più serenamente. Allo stesso modo, possiamo puntare sul contrario, ovvero circondarci di persone che abbiano i nostri stessi valori, che apprezzino il nostro essere loro grate e che ci facciano sentire la loro gratitudine nei nostri confronti. Perché la gentilezza crea un circolo virtuoso davvero benefico.

Sorridere

A volte anche un semplice sorriso può fare moltissimo. Un sorriso dice “grazie”, dice “Con te sto bene”, dice “Ti sto vedendo”, dice “Ciao”. Un sorriso esprime gratitudine, anche ad uno sconosciuto su un tram, e anche e soprattutto a chi ci sta vicino. A volte è difficile sorridere, ma sforziamoci per quel secondo che un sorriso richiede: vedrete che la situazione cambierà, si distenderà e farà vedere tutto in una nuova prospettiva positiva e grata.

Ti potrebbe interessare anche

Come rilasciare la rabbia per stare meglio
Come smettere di rimuginare, un’abitudine deleteria
Isolamento, perché non si parla degli effetti sui bambini?
Le abitudini da abbandonare (perché siamo il primo esempio per i nostri figli)
Meglio non chiedere ai bambini di mantenere un segreto
Non sta a noi risolvere i problemi dei nostri figli
Insegnare i valori più importanti attraverso attività quotidiane
Le frasi positive per educare i figli autoritari
Il lato positivo dei capricci
Le buone maniere a tavola con i bambini
Guarda negli occhi il tuo bambino: solo così connetterai fino in fondo
L’olio di Neem per curare la micosi
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg