GoHealthy di Hotpoint, per una cucina sana e gustosa

Mercoledì ho avuto il piacere di partecipare all’evento organizzato da Hotpoint per la presentazione della linea Gohealthy.

Durante l’evento ho chiacchierato a lungo con uno chef presente all’evento (che ho monopolizzato!) e devo dire che ho imparato tantissime cose nuove: in primis, lo sapevate che l’Italia ha il primato nel servire “verdure mappazzone”, ossia verdure stracotte che si sfaldano?

GoHealthy di Hotpoint, per una cucina sana e gustosa: i nuovi prodotti per la cottura sottovuoto, il taglio delle verdure e la preparazione di cibi sani, naturali e gustosi

All’estero, raccontava lo chef, le verdure sono tagliate molto sottili e servite crude o poco cotte, appena saltate in padella (e in questo modo naturalmente mantengono la croccantezza). Anche in Italia nei ristoranti più affermati e attenti negli ultimi anni hanno iniziato a proporre ai clienti verdure crude (sopratutto in estate) o appena scottate in inverno, ma sempre tagliate con cura, finemente: ci si è subito resi conto della differenza in quanto le verdure non venivano più lasciate nel piatto!

La verdura in sé non è bella, per questo non attrae i bambini, continuava a spiegarmi lo chef: loro sono molto attenti all’estetica del cibo, quindi difficilmente apprezzeranno cose informi, mollicce e sopratutto con una cottura non omogenea.

La questione che si pone è però come sempre quella del tempo, che è sempre tiratissimo: per tagliare le verdure sottilissime c’è bisogno di tempo, un tempo che di certo noi mamme non abbiamo ogni sera! Ed ecco che quindi entra in gioco uno strumento super, pensato per essere non solo un perfetto taglia-verdure, ma anche un valido aiuto all in one (quindi compatto, senza i soliti 10 attrezzi diversi che occupano una infinità di spazio): Creative Blender con Spiralizer, che permette di frullare, tritare, sminuzzare e creare creme e vellutate. Non solo: avendo ben quattro modalità di taglio, lo Spiralizer ci permette di trasformare frutta e verdura in una varietà di forme colorate e invitanti. Vi suggerisco di sbirciare il ricettario composto da ben 75 pagine di ricettine a base di verdura, molte delle quali adatte anche ai bambini.

hotpoint1.jpg

L’altro elettrodomestico che mi ha colpito moltissimo è il grill: non sono un’amante della cucina alla piastra, in primis (non lo nego) perché il pensiero di pulirla dopo cena mi fa passare ogni poesia. Credo però che la nuova soluzione di Hotpoint possa risolvere le mie perplessità in maniera egregia: la nuova piastra è infatti verticale e non orizzontale. A me pare una rivoluzione quando in realtà, come mi spiegava lo chef, questa linea ha semplicemente voluto portare nelle cucine di noi comuni mortali gli strumenti professionali degli chef. Cuocendo in questo modo (verticalmente) carne, pesce, verdura e, perché no?, anche seitan, tofu e tempeh, i residui, l’acqua e i grassi colano sul piattino che sta alla base, facilmente rimovibile al termine della cottura, incrementando anche la qualità e il sapore, oltre alla praticità.

Il terzo elettrodomestico di cui vi vorrei parlare è una chicca, qualcosa che non avevo mai mai visto perché vuole portare nelle nostre case una tecnica utilizzata dagli chef stellati: è il kit Easy Chef Sous Vide, strumento che serve per cucinare attraverso la tecnica del sottovuoto, mantenendo tutti i nutrienti ed esaltando i sapori del cibo. Lo chef, con il kit Easy Chef, ci ha preparato del salmone con lime e aneto e dei carciofi con erbe aromatiche e bacche, il tutto in due sacchetti: sembra superfluo dire che erano deliziosi.

hotpoint3.jpg

Questa della cottura attraverso il sottovuoto è una tecnica innovativa ed efficace, come quelle che piacciono a noi, poiché la cottura avviene a bassa temperatura, una temperatura costante, e i cibi cuociono immersi nei loro succhi. Il risultato sono ingredienti cotti perfettamente sia all’esterno che all’interno, super morbidi e gustosi (e ci possiamo cucinare carne, pesce e verdure).

La cottura è indiscutibilmente più lunga, come la stessa preparazione con la bull di acqua: ma la cosa fantastica per noi mamme è la possibilità di cucinare, porzionare e surgelare. Quindi possiamo magari dedicare un paio d’ore ogni due settimane (o anche tre), congelando poi direttamente i nostri sacchetti che abbiamo utilizzato durante la cottura: niente male, no?

Insomma, nulla è davvero lasciato al caso. 

Ti potrebbe interessare anche

Il mio tour da Orogel, azienda di cui mi fido
Green Pepper, il food truck che cambia l’idea di catering
Pasta e zucchine
Purè di carote
6 ricette di cus cus per primavera
Stufato di verdure alle spezie
Vellutata di funghi, cavolfiore e porro
Frittata nelle formine, per riciclare le verdure
Vellutata verde di erbette, cavoli e patate profumata al timo
Polpette di verdure
Polpettone di verdure
Samosa allo yogurt

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter