Come riconoscere l'elemento predominante in noi

Amante della Madre Terra e della natura mi sono sempre occupata degli elementi: l'aria, il fuoco, l'acqua e la terra.. E poi c'è l'etere, principio vitale..
Da ragazzina ne ero molto affascinata, da donna adulta ho iniziato ad utilizzarli a piene mani godendone: una passeggiata nel bosco, i piedi nell'acqua calda o fredda, la mente che corre via, ed accogliere le mie passioni..
Quando, nel mio percorso da doula, ho trovato nel programma del corso "il sapere elementale" la mia gioia è stata infinita! Non solo godere degli elementi ma riconoscerli ed integrarli nel mio sapere! Wow! Non avrei chiesto di più!

Ma chi sono questi elementi e, soprattutto, come risiedono in noi?

L'aria rappresenta la primavera e come punto cardinale risiede ad est.

E' forza vitale invisibile che si colloca fra Terra e Cielo, Quindi fra tutto ciò che è terreno e tutto ciò che è spirituale.
L'aria domina l'intelletto: tutte le facoltà di pensiero ma anche quelle creative risiedono in lei, le stesse idee non concretizzate le appartengono!
Come caratteristiche ha la leggerezza, la curiosità, la flessibilità, la spiritualità ma anche la capacità di "trasportare" vita, pensiamo al polline!
L'aria è inquieta: da dolce brezza ad uragano..
L'aria è uno dei due elementi "superiori"; insieme al fuoco infatti ha la capacità di trasformare e plasmare acqua e terra.

Il fuoco rappresenta l'estate e viene collocato a sud!

E' collegato con la Luce che libera dal buio e, fin dall'antichità, è stato sempre adorato, ricordo infatti le Vestali: ancelle che custodivano il fuoco, in modo che esso non si spegnesse
Al fuoco appartengono le passioni, la capacità d'agire, l'instancabilità, l'indipendenza ed anche l'autorità.
Il fuoco è un elemento dinamico che offre la possibilità di cambiamento: con lui, grazie alla sua purificazione, possiamo giungere ad una salvezza, ad un rinnovamento ma nello stesso tempo non va sottovalutata la sua potenza distruttrice!

L'acqua rappresenta l'autunno ed è collocato ad ovest.

E' il ritorno in noi, alle nostre emozioni più inconsce, ai sentimenti ed alla loro profondità, emozioni che si possono presentare come chiare e cristalline ma anche buie e lugubri
L'acqua è anche l'origine della Vita: dal liquido amniotico, dalla narrazione del diluvio universale, alla nascita di Venere. Scienza e miti ricordano, in continuazione, il suo valore fecondo.
Anche l'acqua presenta caratteristiche in mutevole cambiamento: la stasi del lago, contro la forza irruente di un ruscello, le profondità variabili: dalla battigia del mare agli abissi più neri. L'acqua inoltre ha una forma stessa mutevole, in continuo divenire ed è considerata elemento "passivo", che può essere trasformato da fuoco ed aria.
L'acqua per finire è l'elemento della guarigione: terapeutica e purificante.

La Terra rappresenta l'inverno ed è collocata a nord.

E' il fondamento, l'immutabilità, la Madre, colei che offre la vita ed il nutrimento: colei che custodisce il seme nelle profondità e permette lo sbocciare della vita.
La Dea Madre Terra, Madre Natura: accogliente nei suoi tre regni (minerale, vegetale ed animale) ma anche capace di permetterci di attraversare i mondi: dalla profondità delle sue caverne al trascendente dei rami degli alberi che arrivano fino al cielo.
La terra stessa accoglie gli altri elementi e noi tutti esseri umani: Terra che in quanto capace di essere nostra casa andrebbe tutelata e non depredata.
Le sue caratteristiche si configurano in: solidità, pazienza, rigidità, prudenza, richiesta di consolidato, sensualità.

Ed infine l'etere, forza vitale, principio immutabile, non visibile ma costituente l'essenza, l'anima.

E voi? Quale elemento sentite più vostro?
Nei prossimi post approfondiremo ancora l'argomento!!

Cora Erba

Pedagogista e Doula
3391206776

Ti potrebbe interessare anche

Elemento terra, asana e attività manuali in gravidanza
Ayurveda per bambini: come, quando, perchè

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna