Alcuni benefici del portare in fascia i bambini

Portare è una modalità di risposta a un bisogno innato e fisiologico del neonato: il contatto.

Come aiutare quindi i bambini a sentirsi più tranquilli e al sicuro? Facilitando e aumentando il contatto con la mamma.

Alcuni benefici del portare in fascia i bambini: perché il babywearing è benefico, sano ed educativo

Portare in fascia i bambini può aiutare a ricreare un ambiente il più possibile vicino a quello uterino, offrendo al neonato un luogo dove sentirsi accolto, protetto e dove potersi lasciare andare.  Attaverso il contatto fisico viene secreta l'ossitocina,l'ormone dell'amore. Un ormone potentissimo in grado di diminuire stati emotivi e sentimenti come aggressività, paura, stress, ansia; inoltre, rallenta la frequenza cardiaca e la pressione del sangue, provocando nel bambino un senso di benessere che favorisce l'aumento della curiosità e delle capacità mnemoniche. Allo stesso tempo la madre, attraverso il proprio corpo, può trasmettere al bambino sensazioni di fiducia e apertura verso il mondo esterno.

Le modalità di portare il neonato pancia a pancia e sul fianco corrispondono alle particolarità anatomiche di quest'ultimo:

Le anche: in posizione pancia in su, le anche del neonato non stanno dritte e non possono andare indietro rispetto all'asse corporale, ma assumono la posizione leggermente divaricata.
La colonna vertebrale: alla nascita presenta una curvatura a C, che diventerà ad S nel corso del primo anno di vita. Questa curvatura deve essere rispettata e non forzata.

L'uso di supporti adeguati garantisce che venga rispettata la naturale divaricazione delle gambe e che non si crei una pressione sulla colonna vertebrale, in quanto le fasce o i supporti strutturati ergonomici vanno a sostenere e ad avvolgere il neonato.

Portare ha anche dei risvolti positivi legati al movimento. Molti studi evidenziano come l'oscillazione verticale abbia un maggiore effetto calmante rispetto all'oscillazione orizzontale. Probabilmente la ragione di ciò risiede in un retaggio biologico.

Alcuni zoologi e biologi inseriscono il neonato nella categoria dei portati attivi. Portato in quanto necessita di essere spostato e trasportato dopo la nascita dalla madre o da chi si prende cura di lui, finchè non sarà in grado di muoversi in autonomia. Inoltre assomiglia molto ai propri genitori, è maturo dal punto di vista sensoriale e viene allattato frequentemente. Attivo perchè dispone del riflesso di Grasping nelle mani e nei piedi e grazie a questo è in grado di aggrapparsia chi lo sta portando. Questa capacità consente al bambino di ricercare equilibrio,provare ad adattare la sua postura e in poco tempo a controllare il capo raffozando da un lato il tono muscolare e dall'altro abbassando la propria tensione muscolare, il che favorisce il rilassamento e quindi l'addormentamento. 

Inoltre il bambino viene sottoposto a una stimolazione pluri sensoriale costante che favorirà la sua crescita e il suo benessere psichico e cognitivo.

Ti potrebbe interessare anche

I diversi modi per portare i bambini
Come usare la fascia per neonato
Dove comprare la fascia per neonato
Il babywearing è montessoriano?
Fasciare il bambino nelle tradizioni in giro per il mondo
Il Rebozo messicano
Il Kanga africano
Le domande più comuni sul babywearing
Il falso mito dell'indipendenza
10 idee di travestimenti con il proprio bimbo in fascia
Toddlewearing: come portare un bimbo grande
Come portare il bambino con il mei tai nella posizione canguro

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter