KILOVESTE, per vestire i bambini in maniera sostenibile (risparmiando!)

“E adesso “Chi lo veste (il bambino)”?”: a questa domanda vuole rispondere kiloveste.com, il primo portale e-commerce interamente dedicato all'abbigliamento di seconda mano da bambino.

Assoluta novità nel panorama delle vendite online, Kiloveste è un portale facile, veloce e snello, per acquistare abbigliamento al chilo invece che al pezzo. Esatto, al chilo! E ora vi spiego come funziona.

La filosofia dietro a Kiloveste

“Made in Prato”, Kilovese punta forte sul concetto di sostenibilità. La città laniera infatti, da sempre avanguardia nel campo del riuso delle materie prime tessili, è al centro della filiera internazionale del riciclo.

Come sappiamo, l’industria della moda e dell’abbigliamento è tra le più inquinanti. Solo in Italia, ogni anno vengono raccolte 110.000 tonnellate di abiti usati. Solo una piccola parte arriva all’incenerimento, però; tutto il resto passa dalle mani sapienti dei “cenciaioli” pratesi, che ogni giorno, da sempre, dividono, selezionano, riciclano le fibre tessili.

Ecco perché vestirsi in maniera sostenibile è sempre più imprescindibile, partendo dal seconda mano e dall’economia circolare che permette di evitare di produrre nuovi capi (con conseguenti sprechi): acquistare vestiti per bambini second hand (sappiamo quanto i bambini utilizzino i loro abiti per pochissimo tempo!) o vintage per noi è un’ottima scelta.

Kiloveste, addirittura, punta sulla vendita al chilo e non a singolo pezzo. “L’idea – spiega Thomas Gargano, ideatore del progetto – è nata in pieno lockdown. In quel periodo di riposo forzato, molte mamme, dovendo fare i conti con il cambio di stagione, la crescita dei figli e i negozi chiusi, letteralmente non sapevano come vestire i propri figli. Da lì KiloVeste, che al tempo stesso vuole essere una domanda e un'indicazione sulla tipologia di vendita”.

Come funziona Kiloveste

Realizzato dall'azienda pratese Trame Digitali, kiloveste.com permette di selezionare la fascia d’età (0-9 mesi, 9-18 mesi, 18-36 mesi, 4-6 anni, 10-14 anni), la quantità (1, 2 o 3 chilogrammi) e la stagione (primavera/estate o autunno/inverno). Sarà a questo punto che entrerà in azione una squadra composta da donne e uomini, mamme e papà, che selezionerà per il cliente un mix di vestiti tra magliette, tutine, pantaloncini, camicie, giubbotti e via discorrendo.

Dopodiché, il cliente riceverà l’abbigliamento selezionato e scelto appositamente per lui, impacchettato in un packaging-caramella sostenibile in cotone riciclato (riutilizzabile come tovaglia!).

Ti potrebbe interessare anche

Impermeabile per bambini e bambine: i più belli per quest'autunno
La Soffitta di Gi, il marketplace di usato per bambini
Perché fare attenzione all’abbigliamento dei bambini
YouKoala, l’armadio condiviso per i nostri bambini
Come vestire il bambino per la nanna
L’abbigliamento scandi per bambini
Proteggere la pelle dei bambini con dei vestitini bellissimi!
Po.Etica, per una moda sostenibile ed attenta all’ecologia
I migliori armadi Montessori per i nostri bambini
tRiciclo, Bimbi a Basso Impatto
Baby Bop, la nuova piattaforma per lo scambio tra genitori
Bimbillaria: l'abbigliamento per vivere all'aperto tutto l'anno
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg