La Vitamina B12

La cianocobalamina o B12, è una vitamina della quella si necessita un piccolo quantitativo (tra i 2 e i 3 µg al giorno, mentre i depositi presenti nell'organismo ammontano a circa 4 mg) ma quel poco è davvero fondamentale. Il fabbisogno aumenta ovviamente durante la gravidanza e l'allattamento.

Importante ricordare che il nostro organismo non è in grado di sintetizzarla autonomamente ma deve assumerla attraverso l’alimentazione. La carenza di vitamina B12 provoca una malattia nota come anemia perniciosa; questa patologia è dovuta non tanto alla carenza della vitamina, quanto al deficit di eritrociti. La vitamina B12 è infatti essenziale per la sintesi di globuli rossi da parte del midollo osseo.

Le fonti di vitamina B12 sono di origine animale (carne, latte e derivati, uova), per questa ragione i rischi di carenza sono più concreti nei vegetariani. Una dieta vegana stretta seguita dalla madre in gravidanza può essere pericolosa per il nascituro. Va detto però che la B12 è l'unica vitamina di cui esistono riserve importanti nell'organismo che, concentrate a livello epatico, riescono a coprirne il fabbisogno per lunghi periodi di tempo (fino a 3-5 anni).

La mucosa gastrica produce una proteina, detta fattore intrinseco, che risulta fondamentale per l'assorbimento della vitamina B12. Legandosi ad essa, origina un complesso che la veicola fino all'intestino tenue, dove viene assorbita. In assenza di fattore intrinseco, la vitamina B12 viene quasi completamente eliminata con le feci; quindi risulta molto importante avere un tratto gastrointestinale ben funzionante. Piccole quantità di B12 vengono sintetizzate anche dalla flora batterica intestinale e ciò rivela ulteriormente come il microbiota intestinale svolga un’azione essenziale per tutto il resto dell’organismo.

Attraverso esami su feci e urine è possibile studiare la composizione del microbiota e la permeabilità intestinale. Correggendo eventuali alterazioni evidenziate dalle analisi, è possibile ottenere un corretto assorbimento di tutti gli aminoacidi, vitamine e oligoelementi, nutrienti chiave per il mantenimento della salute.

 

Dr. Alessio Tosatto, Nutrizionista IMBIO

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale.

 

Ti potrebbe interessare anche

La sindrome del bambino scosso o shaken baby syndrome
Psoriasi, riconoscerla e curarla nei bambini
Il Rotavirus, come riconoscerlo e cosa fare
Nu3, lo shop online per chi ama il naturale
Biotina, usi e benefici della vitamina B8
Gli usi dell’olio di cocco
“Mamma, che fame!”, per i genitori di adolescenti che non vogliono rinunciare alla sana alimentazione
I 3 prodotti top di Sakura Italia
I modi per superare la fase in cui un bambino non mangia
Il raffreddore cronico
Aerosol e bambini, un uso indiscriminato può essere dannoso
Le voglie prima del ciclo mestruale
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg