I benefici della propoli

Il sistema immunitario dei bambini e delle bambine non è allenato quanto quello di noi adulti. Ecco perché, non appena iniziano a uscire di casa, a incontrare altre persone e a frequentare nidi e scuole materne si ritrovano con malanni e raffreddori con una frequenza davvero altissima.

Cercare una soluzione a tutto questo è normale: si vuole supportare i bimbi rafforzando le loro difese immunitarie. E spesso e volentieri il pensiero va alla propoli.

La propoli, infatti, è conosciuta per essere un efficace rimedio contro i malanni stagionali sia per i bambini sia per gli adulti, e in effetti ha diversi benefici. È però necessario conoscerla (e come sempre chiedere consiglio al proprio medico o alla propria medica prima di assumere delle integrazioni).

Ecco dunque cos'è la propoli e quali sono i suoi effettivi benefici.

Cos'è la propoli

La propoli, di base, è un prodotto dell'alveare derivante dalle resine delle piante e dagli enzimi delle api, da confondere con il polline. Le api raccolgono le resine e le gomme dalle piante (durante i giorni più caldi dell'estate, quando sono più malleabili), che poi lavorano attraverso le ghiandole salivari per poi utilizzarla per irrobustire i favi e l'alveare.

Propolis_1.JPG

Queste gomme, quindi, si trasformano in propoli, un prodotto naturale conosciuto dai secoli più antichi per le sue proprietà disinfettanti (già Antichi Egizi, Greci e Romani la utilizzavano sulle ferite).

Quali sono i benefici della propoli

Ricca di flavonoidi e polifenoli, la propoli è una sostanza dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, ma anche antibatteriche e antivirali. Per questo motivo, la propoli viene spesso utilizzata per rafforzare e supportare il sistema immunitario, dal momento che protegge l'organismo dagli attacchi esterni.

Queste sue proprietà curative non sono solo una credenza tradizionale: sono diversi gli studi farmacologici moderni che le confermano (come spiegano anche su Uppa) e che dimostrano come la propoli agisca contro numerosi ceppi di batteri, grazie a un'azione di indebolimento della parete protettiva. Se associata agli antibiotici, ne aumenta dunque l'efficacia.

Protegge inoltre da numerosi malanni stagionali, ma anche da disturbi causati da funghi, come per esempio il mughetto (molto diffuso tra i bambini e le bambine) o la candidosi da pannolino.

Quando usarla

Esistono molti integratori a base di propoli, e come tutti gli integratori non si tratta di farmaci, ma di prodotti che "non hanno una finalità di cura, perché sono ideati e proposti per favorire nell’organismo il regolare svolgimento di specifiche funzioni o la normalità di specifici parametri funzionali o per ridurre i fattori di rischio di malattia", come fanno sapere dal Ministero della Salute.

In ogni caso, sia per quanto riguarda la forma di assunzione (esiste la propoli in spray o in altri formati, come lo sciroppo) sia per quanto riguarda la posologia, sarà il pediatra o la pediatra a consigliare come e quanta propoli prendere, associandola o meno ad un antibiotico nel caso di malattia in corso oppure come semplice supporto per le difese immunitarie.

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale.

Ti potrebbe interessare anche

Magnesio Supremo: la vitalità è donna!
Insolazione e colpo di sole, come prevenirli quando le temperature sono altissime
Gli sport di squadra riducono ansia e depressione
Il cambiamento climatico ha conseguenze sulla salute dei bambini
Gli scatti di crescita esistono: ecco come riconoscerli
Bambini ansiosi: come calmarli quando hanno un attacco d'ansia
Bambini e allergie: c'entra l'intestino
Più i neonati dormono, più si abbassa il rischio di sovrappeso
Balbuzie: combattiamo gli stereotipi
Bambini e miopia: i casi aumentano ed è colpa di DAD, smartphone e tecnologia
Microplastiche nella pupù dei bambini: cosa significa e come mettersi ai ripari
Cistite, le regole per prevenirla e curarla in maniera naturale

Sara

sara.png

Cecilia

Untitled_design-3.jpg