Inestetismi tipici in gravidanza: come agire?

La gravidanza è un avvenimento molto importante per molte donne che porta a variazioni non solo a livello emotivo ma anche a livello fisico. Anche tra le donne che non hanno mai avuto problemi con i tipici inestetismi femminili, la gravidanza può portarle a conoscerli da vicino.

Schermata 2018-01-10 alle 09.41.54.jpg

Il primo tra gli inestetismi sono le smagliature, tipiche della gravidanza, che si trovano in particolare sulla pancia e sul seno. Altro tipico inestetismo è la cellulite, ovvero un’infiammazione del pannicolo adiposo sottocutaneo, che comporta gli antiestetici avvallamenti tipici della buccia d’arancia. È il tipico inestetismo delle donne.

Dal terzo/quarto mese di gravidanza, si comincerà ad aumentare di peso, e a dare sfogo alle tipiche voglie “del bambino”. Nei nove mesi subentrano i cambiamenti nel metabolismo, il peso del pancione e le difficoltà circolatorie.

A tutto questo, sarà da aggiungere la ritenzione idrica e il quadro della donna in gravidanza sarà completo. La ritenzione idrica è dovuta all’incapacità del corpo di drenare i liquidi, che ristagnano comportando gambe e caviglie gonfie.

Quali sono i rimedi per gli inestetismi tipici della gravidanza?

Quando si parla di inestetismi tipici della gravidanza si può fare riferimento a due approcci principali per combatterli:

Rimedi naturali
Trattamenti di medicina estetica

Ovviamente, è opportuno precisare che qualunque trattamento potrà essere effettuato solo dopo il parto, ad eccezione dell’uso di creme e olii per le smagliature che svolgono un’azione preventiva.

Per quando riguarda i rimedi naturali, possiamo distinguere i rimedi per la cellulite e per le smagliature:

Cellulite: alla base di ogni approccio sta uno stile di vita sano, quindi eliminare alcool e fumo dalla propria vita (per voi e per il vostro bambino), scegliere un’alimentazione corretta ricca di verdure e fibre. Bere molta acqua e camminare tanto. Inoltre sono particolarmente utili i massaggi anticellulite con l’ausilio di olii vegetali.

Smagliature: queste sono dovute a stiramenti della pelle che si presenta poco elastica, per questo motivo bisogna idratarla al meglio. Quali prodotti utilizzare? Olio di mandorle e olio d’argan sono assai idratanti ed elasticizzanti per la pelle, applicati almeno 2 volte al giorno.

Trattamenti per la cellulite e per le smagliature: affidarsi alla medicina estetica

Durante i mesi della gravidanza, è consigliato evitare qualunque trattamento di medicina estetica, con particolare riferimento a quelli che utilizzano ultrasuoni o laser perché le vibrazioni influiscono o possono causare danni al bambino.

Anche la pressoterapia per la cellulite è sconsigliata durante la gravidanza perché la pressione esercitata può stimolare le contrazioni uterine. 

Solo in seguito al parto si potrà fare ricorso ai trattamenti di medicina estetica in tutta sicurezza.

Prima però, se si è in eccessivo sovrappeso, sarà consigliata una dieta riequilibrante e dimagrante abbinata ad una regolare attività fisica.

Quali sono i trattamenti per la cellulite di medicina estetica? 

Mentre per le smagliature i trattamenti mirati includono il laser e il needling, per quanto riguarda la cellulite il discorso è un po’ più complesso.
Tra i trattamenti per la cellulite più affidabili rientrano:

La carbossiterapia: attraverso micro iniezioni di anidride carbonica nei tessuti si provoca un miglioramento nella circolazione.

La mesoterapia: è una metodica più tradizionale che prevede l’iniezione sotto la pelle di determinate sostanze che riducono l’edema che accompagna la cellulite.

Tra i trattamenti, invece, di ultima generazione rientra la subcision guidata, che a differenza di tutti gli altri trattamenti agisce in modo preciso e mirato sulla causa reale della cellulite, ovvero i setti fibrotici che causano una retrazione della cute (effetto a buccia d’arancia). La subcision guidata è un trattamento minimamente invasivo con effetti a lunga durata e permette di ridurre o eliminare del tutto la cellulite.

I trattamenti per gli inestetismi in gravidanza sono, dunque, molteplici. L’importante è seguire sempre i consigli del proprio medico ed evitare soluzioni fai-da-te che possono essere dannose sia per voi che per il bambino.

 

Ti potrebbe interessare anche

Cos’è la leucorrea gravidica
Come cambia il seno in gravidanza
I dolori al seno in gravidanza
Cosa fare in caso di perdite bianche in gravidanza
L’Omega 3 diminuisce il rischio di parto prematuro
Le fasi del parto naturale
Cerchi un bambino? Comincia ad amare il tuo corpo
Qualche trucchetto per le mamme in attesa
La diastasi addominale dopo il parto
3 consigli per tornare ad avere una pelle tonica dopo la gravidanza
Ali Fedotowsky, la “bachelorette” che mostra il vero corpo post parto
6 cocktail analcolici per mamme in attesa!
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

Newsletter