Il tè in gravidanza, quanto berne e quale preferire

Tra i “do” e i “don’t” in gravidanza, scommettiamo che avete perso il conto. Da subito il ginecologo ci mette in guardia dalla carne cruda, dalla verdura non pulita, dal fumo, dai prodotti troppo aggressivi come le tinte per capelli non naturali… E poi dalla caffeina. Come sappiamo, in gravidanza il caffè è (quasi) off-limits. La quantità da non superare dovrebbe essere di 200 mg al giorno, ma sarebbe opportuno evitarlo del tutto.

Non si parla però quasi mai del tè. Il tè contiene teina, che è come la caffeina. Ecco perché dovremmo stare attente anche al tè in gravidanza. Come ogni cosa che assumiamo, quindi, facciamo attenzione! Ed ecco qualche regola per non incorrere in alcun pericolo.

Il tè in gravidanza, quanto berne e quale preferire: perché è bene evitare il tè nero e il tè oolong, preferendo quelli di frutta

Innanzitutto, è bene fare una precisazione: esistono i tè alle erbe, quelli alla frutta e i tè “normali”. Tra quelli “normali” possiamo trovare il tè nero, il tè verde e il tè oolong. Si tratta della classica bevanda che deriva dalle foglie della pianta del tè ed è proprio questa che contiene teina. Di conseguenza, il consumo di tè “normale” dovrebbe rientrare nei 200 mg al giorno consigliati.

La quantità di teine varia in base a molti fattori. Innanzitutto, il tempo di ossidazione delle foglie durante la produzione del tè (ovvero la fermentazione delle foglie); il tempo di infusione; la dimensione delle foglie; il tipo di fogli utilizzate.

Il tè nero, suppergiù, contiene dai 40 ai 75 mg di teina per tazza. È quello che troviamo nell’Earl Gray e nell’English Breakfast, ed è quello con il più alto contenuto di teina perché tra i più fermentati. Detto questo, contiene anche molti antiossidanti, utili alla circolazione e alla lotta all’ossidazione. Ma questi antiossidanti li si trova anche in altri tè e bevande.

Il tè oolong ne contiene 50-75 per tazza. Il tè verde, invece, contiene dai 15 ai 60 mg di teina per tazza ed è dunque più “leggero” e consigliato in gravidanza.

Come dicevamo esistono anche i tè alle erbe, ovvero “tè” che non sono esattamente “tè”, ma bevande a base di altre erbe, ma anche questi, pur contenendo meno teina, non sono consigliati in gravidanza, poiché ogni erba può avere effetti indesiderati differenti.

Cosa bere, allora, al posto del caffè e del tè con teina? I tè alla frutta. I tè alla frutta, come quelli alle erbe, non sono propriamente “tè”, ma bevande a base di frutta. Non contengono assolutamente teina e per questo sono i più consigliati in gravidanza. Anche perché, oltre ad essere caffeine-free, hanno anche molti altri benefici.

Ad esempio, il tè allo zenzero riduce la nausea mattutina e la sensazione di vomito.

Quello di limone (non il tè nero aromatizzato al limone!) riduce l’irritabilità, previene l’insonnia e riduce l’ansia.

Il tè ai frutti rossi, invece, è ricchissimo di ferro, riduce i dolori delle contrazioni, aiuta a tenere sotto controllo la sensazione di nausea e stimola la produzione di latte.

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale. 

Ti potrebbe interessare anche

Il perfetto kit per il post-parto
I problemi della pelle più frequenti in gravidanza
Come passare il tempo nel letto quando la gravidanza è a rischio
Come abbassare il colesterolo in gravidanza
5 modi per connettere con il proprio bambino prima del parto
Come combattere l’ansia in gravidanza dopo un aborto spontaneo
La vescica dopo il parto, perché l’incontinenza non è una vergogna
Olio emudermico, idratazione e sostegno in preparazione al parto
Papà, anche il vostro consumo di alcool influenza la salute del bambino
Come riconoscere le contrazioni in gravidanza
Come scegliere lo yogurt migliore per il bambino e la mamma
Sangue dal naso in gravidanza: i rimedi naturali
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg