“Colorama”, il campionario di colori più poetico che è anche un gioco e una mostra

Ci sono case editrici che ci fanno sempre sognare, perché curano benissimo i contenuti, ma soprattutto perché lo fanno con amore e con gusto, offrendo ai bambini e ai ragazzi dei libri semplicemente meravigliosi. Sono le case editrici che ti fanno spalancare gli occhi quando sfogli i loro libri, quando leggi la prosa e quando guardi le immagini.

L’Ippocampo è tra queste, ed è proprio dell’Ippocampo uno dei nostri libri preferiti: si intitola “Colorama”, è un campionario di colori per ragazzi (ma anche per noi!) ed è semplicemente favoloso. Ma l’esperienza non si ferma al libro, perché l’autrice, Marie-Laure Cruschi, ha pensato di renderlo anche un gioco da tavolo. E fino al 22 dicembre è possibile immergersi in questo mondo colorato e fantastico anche grazie ad una mostra!

“Colorama”, il campionario di colori più poetico che è anche un gioco e una mostra: il libro di Crushiform per L’Ippocampo per scoprire i colori in maniera divertente e unica

Se diciamo “campionario di colori” (perché questa è la definizione esatta) è naturale che si pensi a qualcosa di carino ma noioso. Ecco perché non è giusto definire “Colorama” semplicemente in questo modo. Perché il libro realizzato da Marie-Laure Cruschi (in arte Cruschiform, che con questa pubblicazione ha vinto il Premio Andersen e il premio Orbil) e edito da L’Ippocampo Ragazzi è qualcosa di unico e preziosissimo. Sì, è un campionario di colori. Ma è un campionario di colori completo, entusiasmante, curioso e poetico.

IMG_6236.JPG

A prima vista potrebbe sembrare un manuale per ragazzi, più che un libro per bambini. Ma ciò che ci viene da dire è che “Colorama” non abbia un’età di riferimento: lo apprezziamo noi adulti, noi genitori, ma lo adorano anche i ragazzi e soprattutto i bambini, perché sfogliare questo libro può diventare un momento bellissimo tanto per imparare i colori quanto per condividere un momento in famiglia davvero coccoloso. Noi lo sfogliamo sempre insieme, leggendo ad alta voce una definizione al giorno e ammirando ogni volta i disegni semplici e deliziosi di Cruschiform, e vi assicuriamo che ogni volta impariamo qualcosa di nuovo. Forse anche per questo è ormai diventato un cult della letteratura per l’infanzia!


Lo sapevate, ad esempio, che il celeste è il colore tipico delle biciclette Bianchi? O che i gusci delle uova vanno dal bianco, al beige fino all’azzurro? E che il color “Cachi” deriva da una parola che significa “polvere”?

IMG_6237.JPG

Già, perché “Colorama” raccoglie 133 colori ordinati per sfumature, colori curiosi e super specifici. Ci sono il verde lucciola, il pink, il rosso cartellino rosso, l’azzurro iceberg, il blu rana, il viola acqua di Parma, il guscio di pettirosso, il viola liturgico, lo zucchero filato, il kajal di Cleopatra…

Il bello è che non si conoscono solo i colori, leggendolo, ma si impara tantissimo anche sulla geografia, sulla storia dell’uomo, sulle tradizioni, sulla natura… E per imparare ancora meglio, sempre divertendosi, ecco che “Colorama” s’è fatto anche gioco. Il gioco ha lo stesso nome del libro, “Colorama”, ed è un gioco di carte (confezionato con un packaging davvero super, compatto e bellissimo) per scoprire i colori e tutto ciò che ruota attorno a loro.

IMG_6242.JPG

I giocatori vanno da 2 a 6 (è perfetto quindi per le serate in famiglia) e lo scopo è aggiudicarsi per primi le 6 carte Colorama corrispondenti alle 6 carte Sfumature ricevute all’inizio del gioco. Il tutto rispondendo a domande e quiz interessantissimi (sulle zone dalle quali arrivano i colori, sulle proprietà di quel colore, sugli animali, sulla storia…), a cui sapremo rispondere se abbiamo letto il libro ma che è bellissimo provare a indovinare anche a scatola chiusa, per imparare direttamente sul campo!

Come dicevamo, tuttavia, non finisce qui. Se infatti come noi avete amato “Colorama”, fino al 22 dicembre l'Institut Français di Milano in corso Magenta 63 (tram 16, MM1/2 Cadorna) ospita “Colorama_La mostra”, l’esposizione delle tavole originali dell’artista francese. Nella loro mediateca si troveranno quindi i disegni orginali, per ammirarli in tutto il loro splendore e immergersi completamente nel campionario di colori più magico del mondo!

La mostra è ad ingresso libero ed è visitabile dal martedì al giovedì dalle 12 alle 19.30, il venerdì dalle 10 alle 18 e il sabato dalle 10 alle 16.

Sara Polotti

Ti potrebbe interessare anche

“Il giardino segreto” disegnato da MinaLima è semplicemente favoloso
“Il libro delle avventure perdute”
Come incoraggiare i bambini a giocare da soli
“Esplora il tuo corpo”, un libro “wow” sul corpo umano
"La forza delle donne"
“Il colosso”
Le costruzioni ecologiche che ci piacciono per costruire castelli e casette
I libri per bambini per parlare di adozione
"A volte mi annoio"
“Mamma, che fame!”, per i genitori di adolescenti che non vogliono rinunciare alla sana alimentazione
"Stone soup", per imparare l'inglese con la zuppa di sasso
Case nel mondo, un viaggio fatto di dettagli e culture

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter