I benefici dell’apprendimento digitale

Se la tecnologia ormai ha invaso la nostra vita, dobbiamo farci i conti. I nostri figli sono nativi digitali e questo è un dato di fatto. Dall’altro lato, c’è la vita all’aria aperta che sempre più viene sacrificata. Ma perché non trovare una buona via di mezzo per sfruttare la tecnologia in maniera intelligente e produttiva?

Non possiamo quindi non parlare di apprendimento digitale, ovvero la didattica che sfrutta gli strumenti tecnologici integrando l’educazione tradizionale. Certo che è tecnologica, ma in questo caso non c’è nulla di negativo. Anzi!

L’apprendimento digitale è infatti qualcosa di molto importante per i nostri figli. Un qualcosa che noi non avevamo e che invece ora è indispensabile. E non significa solo “imparare ad utilizzare la tecnologia” (questo già i nostri figli lo sanno fare meglio di noi), ma vuol dire trovare nuovi strumenti digitali per imparare le materie tradizionali.

I benefici dell’apprendimento digitale: perché gli strumenti digitali tecnologici sono importanti per il futuro didattico dei nostri bambini

Quello dell’apprendimento digitale è un argomento che sta a cuore anche al MIUR, il Ministero dell’Istruzione. Come si legge nel loro protocollo “Per la realizzazione di azioni a supporto dell’innovazione digitale nella Scuola italiana”, “il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, al fine di sviluppare e migliorare le competenze digitali delle studentesse e degli studenti e di rendere la tecnologia digitale uno strumento didattico di costruzione delle competenze in generale adotti il Piano nazionale per la scuola digitale (di seguito PNSD) in sinergia con la programmazione europea e nazionale, nonché con il progetto strategico nazionale per la banda ultralarga”.

L’uso delle tecnologie è quindi incentivato dalla scuola italiana, che ne coglie le potenzialità, date anche dall’informalità del mezzo, che rende la scuola e l’apprendimento più naturali e concreti, aumentando anche l’entusiasmo dei ragazzi, che partecipano più volentieri e in maniera più coinvolgente.

L’entusiasmo è solo uno dei benefici dell’apprendimento digitale. Tra gli altri, troviamo l’approccio più responsabile nei confronti della tecnologia (dal momento che i nostri ragazzi la utilizzeranno per tutta la loro vita), il coinvolgimento maggiore dei bambini nel loro apprendimento e la comprensione maggiore di alcuni concetti, che vengono spiegati più nel concreto e con esempi pratici.

Qualche esempio? Si possono esplorare in maniera più approfondita le immagini di storia dell’arte, invece che semplicemente guardarle staticamente sul libro. Guardare filmati su determinati argomenti in modo da immergersi più profondamente. Vedere la matematica da altri punti di vista, con esercizi più specifici che ne fanno capire l’utilità nella vita quotidiana… E via dicendo.

Tra gli strumenti migliori in fatto di apprendimento digitale a nostro parere c’è la piattaforma MyEdu, che con i miei bambini utilizzo da tempo nella sua versione per famiglie (MyEdu Family). Si tratta di uno strumento interattivo in rete per genitori (accanto a quello professionale per insegnanti) per facilitare l’apprendimento dei ragazzi proprio nel senso che vi abbiamo spiegato sopra.

Con 1500 video lezioni e più di 3000 attività interattive presenti sulla piattaforma i bambini e i ragazzi possono così imparare divertendosi, sfruttando la tecnologia a loro favore e in maniera responsabile e individuandola come uno strumento fondamentale per il loro futuro e non solo come qualcosa di “accessorio” da utilizzare per social, giochi e compagnia bella.

Su MyEdu troviamo un percorso multimediale completo con corsi su tutte le materie di insegnamento per la scuola primaria e secondaria di primo grado (italiano, matematica, storia, inglese, geografia e scienze, trattate in modo innovativo, ludico e soprattutto coinvolgente, utilizzando metodi che seguono le linee guida del MIUR in fatto di apprendimento digitale.

Ad esempio, troviamo per i bambini dai 6 ai 10 anni il “Quaderno di italiano”, un eserciziario con 30 lezioni videoanimate che tratta tutto il programma di grammatica della scuola elementare. Sappiamo che i bimbi spesso faticano con questa materia, ma affrontandola sul loro tablet trovano giochi ed esercizi davvero carini che li aiutano a comprendere a fondo le regole, ma soprattutto ad applicarle. Lo stesso avviene con il “”Quaderno di matematica”.

Per i più piccoli, dai 5 ai 7 anni, molto carina è “La stanza delle meraviglie”, un percorso digitale per introdurli agli insegnamenti della scuola attraverso storie e giochi compresi in 8 libri multimediali che li coinvolgono moltissimo e li appassionano.

Anche l’inglese trae benefici dall’apprendimento digitale della piattaforma MyEdu: per tutti i ragazzi fino ai 17 anni (e oltre: non c’è un limite) interessantissimo è il “Core curriculum for english”, un corso (finalmente) completo di inglese con grammatica, lessico, sintassi, lettura, conversazione e ascolto per apprendere l’inglese e farlo diventare davvero la propria seconda lingua. Ed è così efficace che permette di prepararsi agli esami di Cambridge.

 

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

MyEdu al Salone del Libro, un’esperienza didattica unica!
La scuola digitale di MyEdu al Salone della Sostenibilità
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg