6 tecniche infallibili da usare per risolvere i problemi matematici

La matematica, questo grande mostro! Ci sono bambini che se la mangiano come il pane e altri che invece, be’, la abolirebbero. Un po’ li capiamo, perché effettivamente la matematica, soprattutto quando distante dalle proprie capacità, richiede sforzi e impegni davvero importanti.

Ma come possiamo aiutare i bambini che fanno fatica in matematica? Soprattutto con i problemi, ci sono alcune tecniche che possiamo adottare e che sono davvero infallibili ed efficaci! E ora ve le presentiamo.

6 tecniche infallibili da usare per risolvere i problemi matematici: i modi per rendere i problemi matematici meno ostici per tutti i bambini

Oltre ai libri per bambini per fargli apprezzare di più la matematica (ricordate il nostro articolo?), ci sono alcune tecniche davvero ottime per risolvere i problemi matematici. Alcune le insegnano a scuola, altre no, ma in ogni caso non solo aiutano, ma permettono di ragionare in maniera differente (e magari più vicina alla mente del bambino), in modo da superare la paura della matematica. Perché quando ci diciamo “avrei proprio bisogno di un aiuto per risolvere i miei problemi matematici!", possiamo cominciare con il cercare un metodo diverso che ci venga incontro e ci renda la vita più semplice.

La prima è la regola del raddoppiare e dimezzare. Quando dobbiamo moltiplicare due numeri e uno di questi due numeri è un numero pari, allora ciò che dobbiamo fare è semplicemente continuare a raddoppiare il numero dispari e dimezzare quello pari fino a che non riusciamo più a farlo. Alla fine, basterà moltiplicare gli ultimi due numeri rimasti. Un esempio?
27 x 88
54 x 44
108 x 22
216 x 11
2,376

Secondo metodo è quello della moltiplicazione per il potere del 2. Se uno dei due numeri dell’equazione è un due alla potenza, allora per risolvere l’operazione basterà raddoppiare l’altro numero diminuendo di volta in volta la potenza. Ad esempio:
9 x 24
18 x 23
36 x 22
72 x 2
144

Possiamo poi cercare sempre le parole chiave di un problema, in modo da capire all’istante quali siano le operazioni che dobbiamo compiere. Nei problemi con l’addizione, quindi, queste parole chiave saranno “complessivamente”, “in tutto”, “somma”, “totale”… In quelli con la sottrazione troveremo (sottolineandole) “resto-resta-restano”, “rimangono”, “differenza”, “in meno”… La moltiplicazione riporterà “ognuno”, “ciascuno”, “ogni”, abbinati a “in tutto”, “complessivo” e “totale”. Infine, le parole chiave nei problemi con la divisione saranno “dividere”, “la metà”, “suddividere”, “sistemare”, “distribuire”…

Anche cercare le relazioni e i pattern tra i dati è molto utile. Risolvendo un problema possiamo infatti sempre stabilire delle relazioni tra i componenti del problema, dei percorsi, dei pattern, che visivamente e mentalmente ci permettono di focalizzare meglio la risposta che stiamo cercando.

Dopo aver trovato queste relazioni, è tempo di pensare seriamente alla risoluzione del problema. Per prima cosa, possiamo stilare una lista di formule matematiche e geometriche che potrebbero servire, restringendo così il campo. Dopo avere stabilito quindi un piano d’azione, possiamo procedere con la risoluzione del problema.

Infine, quindi, risolviamo il problema, ma cercando di essere sempre sicuri della nostra risposta. Importantissimo, quindi, sarà rivedere tutto e controllare. Possiamo procedere al contrario, dalla risposta all’inizio del problema, in modo da avere un double-check. Oppure semplicemente possiamo sostituire la “x” che avevamo inizialmente nell’equazione con il numero che abbiamo trovato, per assicurarci che le operazioni facciano risultare il numero esatto.

Avere una tecnica come queste è importante anche per non perdere troppo tempo, ma soprattutto per essere sicuri di dare la risposta corretta. Ogni bambino potrà concentrarsi su uno o più punti, ovvero quelli che sentirà più vicini a lui e quelli che lo faranno sentire più sicuro, ma sempre concentrandosi e cercando di rendere l’enunciato il più semplice possibile per i propri ragionamenti.

Ti potrebbe interessare anche

10 libri da regalare a bambini che amano la scienza
10 idee per giocare con i Lego in maniera alternativa
Giocare alle frazioni
7 libri per imparare ad apprezzare la matematica
“Questa (non) è matematica”
Giocare alle misure e alle frazioni con Maria Montessori
Due libri per le vacanze sul metodo Bortolato
Imparare le tabelline con un’App
Il rivoluzionario metodo Bortolato per imparare la matematica
Il magico mondo di Escher per i bambini
Fa bene contare con le dita?
Imparare la matematica attraverso il metodo Montessori

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

Newsletter