Smettere con la caffeina, i benefici e le alternative

Diciamo caffeina ma intendiamo anche la teina: caffè e tè sono le bevande calde che nel mondo vanno per la maggiore, e in effetti anche noi italiani in quanto a caffeina non ci andiamo leggeri. La moka della mattina, il caffè dopo pranzo, il cappuccio al bar, il tè del pomeriggio… Quanta ne assumiamo? Boh, non lo sappiamo nemmeno noi.


Ma se in piccole quantità la caffeina e la teina hanno benefici, nella misura in cui le beviamo noi non fanno poi così bene, anzi. E dire di no, rinunciando a caffè e tè, ha moltissimi benefici.

Smettere con la caffeina, i benefici e le alternative: perché evitare caffè e tè fa bene alla salute e cosa bere al loro posto

Il primo beneficio è spesso dato per scontato, ma è fondamentale: rinunciando alla caffeina si dorme meglio. E lo sa chi si dà come regola il non bere tè o caffè dopo un certo orario (solitamente da metà pomeriggio in poi). La caffeina sveglia e sballa i ritmi del sonno, ed evitandola dormiremo molto meglio, svegliandoci più rilassati e più energici (un circolo virtuoso, dato che avremo meno bisogno del nostro caffè mattutino!).

In secondo luogo, a beneficiarne è - come molti sanno - il nostro sistema cardiocircolatorio. La caffeina e la teina, infatti, alzano la pressione sanguigna, stimolando il sistema nervoso, e a lungo termine aumentano il rischio di malattie cardiovascolari.

Anche i nostri ormoni (femminili) ne traggono beneficio: smettere di bere caffè, infatti, rimette in equilibrio i livelli di estrogeni, che sono fondamentali per la salute. Abbassare il loro livello significa diminuire il rischio di molte malattie legate all’apparato riproduttivo e agli ormoni.

Smettendo di bere caffeina e teina, poi, riduciamo lo stress e l’ansia, evitiamo di macchiare i denti, riduciamo il rischio di sviluppare emicranie croniche, digeriamo meglio… Certo, all’inizio sarà dura, anche fisicamente, perché la caffeina dà spesso dipendenza, soprattutto al mattino. Ma piano piano staremo davvero meglio e la caffeina non ci mancherà.

Le alternative?

Se amate il gusto del caffè, puntate semplicemente sul decaffeinato, anche al bar e anche in versione cappuccino, americano, macchiato… Idem per il tè: per evitare la teina, basta scegliere quelli deteinati.

Ci sono poi un sacco di bevande calde naturalmente prive di caffeina e teina. Prima di tutto il caffè d’orzo, il cui sapore amaro ricorda molto quello del caffè, ma che lascia una sensazione più leggera e da bevanda più “calma”. E poi ci sono mille tisane e infusi di frutta davvero deliziosi e privi di teina e caffeina.

Ti potrebbe interessare anche

Il tè in gravidanza, quanto berne e quale preferire
Fika, dalla Svezia una tradizione per vivere con gioia l’inverno
Due nuove favole Narratè, per un risveglio dolcissimo
Il cappuccino più buono che abbiamo mai provato
In-Tè, il festival italiano tutto dedicato al tè
5 idee di tisane mangia e bevi
Quali sono i migliori tipi di tè nero
7 ricette con il tè matcha per una colazione energizzante
Narratè, quando il tè incontra la lettura
I rituali del tè in giro per il mondo
Il Kombucha, l'elisir fermentato di lunga vita
La ricetta del tè di Natale
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg