Chicza: gomme da masticare 100% natural

Sono Torinese, e come qualcuno di voi saprà noi chiamiamo le gomme da masticare Cicles: la parola Cicles deriva dall'uso di chiamare il chewing gum con il nome della prima marca apparsa in italia di gomme, appunto la Chiclets. Da quando ho smesso di fumare con l'arrivo dei miei bimbi le gomme sono quel fantastico breack che sostituisce un po la sigaretta, che mi da il senso di "fare una pausa". Ma la maggior parte dei "cicles" sono un agglomerato di sostanze dannose, dall'aspartame, ai derivati del petrolio, ai famigerati aromi naturali che di naturale hanno poi ben poco. 

Ma anche in Italia stanno arrivando delle soluzioni 100% natural che mi sento anche di dare una tantum ai miei bimbi, ovviamente in pezzetti piccoli.

Oggi vi voglio parlare di Chicza, la prima gomma da masticare certificata 100% biologica e biodegradabile, senza glutine, senza lattosio e senza aspartame; inoltre rispetta l'ambiente ma anche le popolazioni dell'America Latina, in particolare i preziosi guardiani della Foresta del Gran Petén (la seconda foresta tropicale più grande al mondo, dopo l'Amazzonia). I Chicleros messicani, i veri guardiani della Foresta Maya, continuano a vivere in pace e fare quello che sanno fare meglio: produrre questa gomma, "El Chicle de los Mayas" considerato da sempre un prezioso "oro bianco", curando le piante e il nostro grande polmone verde.

Quali sono gli ingredienti? Eccoli: gomma base biologica, succo biologico di canna da zucchero evaporato in polvere, glucosio biologico, sciroppo biologico di agave, aromi biologici di menta, cedro, menta verde e cannella.

A questo punto vi starete domandando, tecnicamente, come sia possibile produrre della gomma da masticare che sia al 100% biologica, biodegradabile, senza glutine e senza aspartame. Sembra un'invenzione incredibile, invece, come avviene quasi sempre nel mondo naturale, si tratta di una scoperta antichissima, dal momento che proprio i Maya sono stati i primi a scoprire i vantaggi di questo chewing gum biologico. La gomma naturale si ottiene con l'ebollizione del lattice dell'albero Sapodilla, prelevato, naturalmente, con metodi che non intaccano minimamente la salute della pianta stessa. Si praticano infatti dei tagli a zig-zag nella corteccia ed alla base si pone un contenitore per raccogliere il lattice che inizia a drenare. In questo modo ogni albero produce dai 3 ai 5 kg di lattice e poi per 5-6 anni lo si lascia riposare. Il lattice a questo punto viene bollito, disidratato e modellato in marquetas rettangolari, identificate da appositi contrassegni FSC (Forest Stewardship Council) che parlano addirittura dell'identità del chicle e della posizione esatta della pianta! Pochi prodotti nel mondo offrono una rintracciabilità così accurata! Per fare Chicza la gomma base viene sciolta con cera naturale e addolcita con sciroppo d'agave biologico, il quale ha un indice glicemico più basso di altri zuccheri. Successivamente vengono aggiunti gli aromi naturali per avere così un prodotto unico, senza conservanti. Per capire in termini pratici cosa voglia dire tutto questo, considerate che nei chewing gum tradizionali la base di gomma naturale non supera il 5-7%, e il resto è per lo più composto da derivati del petrolio.

In ogni confezione si trovano 12 gomme da masticare già pre-tagliate che sottendono un messaggio chiaro: sono da "spezzare", dunque da condividere con gli altri tutta la storia, la cultura, la filosofia del popolo dei Maya, i primi che hanno scoperto quanto sia bello mettersi in bocca una naturale gomma da masticare. E il bello è anche quello, perchè quando metti una gomma da masticare chiedi al tuo vicino se ne vuole una: in questo modo potrete raccontare la storia di Chicleros della foresta Maya.

Considerate che anche uno studio congiunto Comieco – GMI (Green Management Institute), volto a evidenziare prodotti che potrebbero cambiare la salvaguardia ambientale e la gestione dei rifiuti, ha voluto rimarcare le virtù del progetto Chicza, producendo questo interessante documento che trovate nel sito Chicza. Come vedete dall'autorevole studio, oltre agli evidenti vantaggi ambientali, accanto alla questione dello smaltimento delle cicche è legata una considerazione economica molto stringente: un chewing-gum biodegradabile ed ecologico come Chicza permetterebbe di risparmiare tantissimi soldi pubblici, che ad oggi vengono sprecati per pulire i residui delle gomme chimiche da marciapiedi, monumenti, strade e piazze.

Giulia Mandrino

 

Video

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter