Le sensory walls Montessori

Secondo il Metodo Montessori, l’attività sensoriale e lo sviluppo dei sensi sono fondamentali per l’apprendimento del bambino e il modo migliore per mettere in pratica questo principio è puntare su un’attività ludica creativa ed esplorativa.

Ecco allora come allestire dentro casa le sensory walls Montessori: una parete sensoriale, alla lettera, che si presenta come una zona gioco volta alla scoperta dei sensi che coinvolge attivamente i bambini. 

Il Metodo Montessori presuppone un approccio educativo che sottolinea con enfasi l’importanza dei sensi del bambini e la necessità di svilupparli nel modo corretto. L’obiettivo, è quello di favorire il naturale sviluppo del bambino, anche intellettivo, attraverso la scoperta personale.

Questo è il motivo per cui lo sviluppo dei sensi del corpo umano è considerato di estrema importanza, così come è importante, quindi, orientare il bambino verso un’attività ludica improntata all’esplorazione e all’arricchimento personale.

A questo proposito vi presentiamo oggi un gioco. Si chiama sensory wall, più comunemente conosciuto come parete sensoriale, si può costruire anche casa, con materiali di recupero e con le più semplici tecniche di fai da te e offre numerosi benefici per l’apprendimento del vostro bambino:

- Stimola i sensi del piccolo: vista, tatto, udito e a volte anche l’olfatto

- Aiuta lo sviluppo dell’intelligenza

- Favorisce il manifestarsi della naturale curiosità verso gli oggetti e l’ambiente

- Il bambino, giocando, si allena utilizzando tutte le sue abilità

Per costruire una parete di gioco non esiste uno schema preciso. Potete, infatti, crearne una in diversi modi, utilizzando vari materiali e puntando sul tema che più vi piace. Per iniziare, e giusto per darvi un’idea di quella che è una parete sensoriale di gioco, vi proponiamo questo bellissimo progetto creativo.

Partiamo con l’occorrente necessario per costruire la parete; una tavola di legno, viti, trapano e martello per il fissaggio, varie porzioni di tessuto, che possono essere anche materiali di diverso genere, numeri da decorazione, catene di plastica e rispettivi ganci e supporti per fissarli bene alla parete.

Per prima cosa, fissate la parete di legno al muro con le viti e a un’altezza tale da consentire al bambino di avere tutta la superficie a portata di mano, e di vista, quando sarà seduto a terra e si troverà la parete di fronte a lui.

Il legno è un supporto standard ma, se vi piace di più, potete sostituirlo con qualsiasi altro supporto. A questo punto, procedete con i tessuti, due o più di due, e sceglieteli diversi tra loro, al tatto e alla vista. Per esempio, optate per lana e ciniglia a prato, in modo da suscitare maggiore curiosità nel bambino. Ritagliate due quadrati, o cerchi, e applicateli poi alla parete con della colla.

Procedete poi con il fissaggio delle catene, vanno benissimo anche quelle in plastica colorata e dei numeri sagomati, meglio se tridimensionali e in superficie. Anche in questo caso, per fissare gli strumenti alla parete, utilizzate i ganci ma assicuratevi di applicare nel modo corretto e più sicuro per il bambino.

Non vi resta ora che aggiungere un piccolo tocco finale, applicando alla parete un quadrato luminoso, debitamente e in modo sicuro, collegato a un interruttore della luce. In questo modo il bambino potrà anche sperimentare l’accensione del pulsante in relazione alla fonte luminosa.

 

Immagine tratta da http://www.disneybaby.com/blog/25-totally-awesome-innovative-diy-projects-for-the-playroom/

 

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter