Come realizzare una mano di Fatima in ceramica

(Foto credits: My Poppet)

La Mano di Fatima è uno dei simboli più affascinanti di sempre. Proviene dalla tradizione ebraica e musulmana, sta a significare femminilità, bellezza e fecondità ed è innegabilmente una delle raffigurazioni più belle che l’umanità ha saputo concepire.

Con questo lavoretto da fare insieme ai bambini allenerete quindi creatività, manualità e arte con l’insegnamento di un valore. E il risultato è qualcosa di davvero meraviglioso da vedere!

Come realizzare una mano di Fatima in ceramica: il lavoretto sul simbolo ebraico e musulmano di femminilità che da secoli insegna ad apprezzare bellezza e amore

Ne vediamo davvero dappertutto: parliamo di quelle manine decorate che si trovano in forma di ciondoli, tatuaggi, decorazioni per la casa, quadri o oggetti preziosi. Ma cosa significa davvero la mano di Fatima?

Detta anche Mano di Miriam, la Mano di Fatima (detta anche Hamsa, e cioè “cinque” in arabo) è per i musulmani un amuleto che rappresenta la mano della figlia del profeta Maometto: trovò il marito con una concubina, si ingelosì e per sbaglio tuffò la sua mano nell’acqua bollente, perdendola ma non provando dolore. Ecco quindi che il simbolo della mano rappresenta la femminilità, l’autocontrollo e la serietà.

Nella tradizione ebraica, invece, la mano è quella di Miriam, la sorella di Mosè e Aronne, ma è anche simbolo dei cinque libri della Torah e della quinta lettera dell’alfabeto, la He, che rappresenta Dio.

(foto credits: Tumblr)

Le suggestioni non sono dunque univoche, ma i messaggi sono tutti positivi e intrisi di molta spiritualità e speranza.

Per realizzare con i bambini una Mano di Fatima decorativa serve poco materiale ma molta creatività. Attrezzatevi con della pasta modellabile (quella che si asciuga all’aria, per intenderci), un matterello, dei coltellini stondati (quelli fatti apposta per la ceramica sono perfetti perché non hanno lame taglienti), dei bastoncini per disegnare, dei colori acrilici e dei pennelli. E con le vostre mani!

Iniziate stendendo un bel pezzetto di pasta modellabile su un piano, appiattendolo con un matterello. Fate posare poi ai bambini la mano sopra la pasta, e con un coltellino o uno stuzzicadenti segnate il contorno della mano, con le dita chiuse.

(foto credits: My Poppet)

Passate quindi al taglio e togliete da intorno la pasta modellabile in eccesso. Smussate poi gli angoli, per ottenere una forma perfetta. Se la pasta dovesse asciugarsi troppo, basterà passarci sopra con le mani leggermente umide.

Iniziate quindi con la decorazione: con degli stuzzicadenti e dei bastoncini disegnate pattern astratti e geometrici, a vostro piacimento. I bambini potranno sbizzarrirsi e sguinzagliare la loro creatività.

(foto credits: My Poppet)

Mettete poi da parte la vostra creazione: la pasta modellabile avrà bisogno almeno di 24 ore per asciugare completamente, quindi abbiate cura di non toccarla per quel lasso di tempo. Appoggiate le mani su un foglio di carta pacco, oppure su un vecchio strofinaccio, e lasciatele in un luogo fresco e asciutto.

Passato il tempo necessario all’asciugatura arriva quindi il tempo di dipingere le vostre mani decorative: scegliete i colori che preferite. Il meglio è utilizzare un unico colore, in tinta unita: le decorazioni creano già movimento e l’effetto meraviglia è comunque assicurato.

In alternativa, lasciate le mani senza decorazioni incise e coloratele una volta asciutte ricreando l’effetto ottico con i pennelli e i pennarelli.

(foto credits: Etsy, Pinterest, My Poppet)

Ti potrebbe interessare anche

La mostra di Chagall alla Permanente di Milano
Ricalcare le cortecce
Lo slime che vien dal mare
The Australian Breastfeeding Project
8 ricette autunnali per lasciare cucinare i bambini
L’intelligenza emotiva
“Giro giro tondo”, la mostra di design per bambini in Triennale
8 lavoretti in spiaggia
Al Mudec la Klimt Experience, per un’esperienza artistica totalmente immersiva
Le smagliature sono arte, non nascondiamole
Il libro delle facce buffe
Comparare i figli? Non serve a nulla, anzi!

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter