I migliori passeggini gemellari

Un passeggino gemellare deve essere innanzitutto comodo. Deve essere sicuro, maneggevole e compatto. Perché un passeggino gemellare dovrebbe facilitare la vita ai genitori, non complicarla! Quando arrivano due gemellini o due fratellini a distanza di pochi anni, questo strumento (oltre a tutti gli accessori necessari alla vita di un bambino!) è indispensabile. Sappiamo però che nel mare di proposte è difficile scegliere il passeggino gemellare perfetto. 

Ecco perché abbiamo deciso di aiutarvi fornendovi i consigli più utili nella scelta dei passeggini gemellari e proponendovi una selezione dei migliori.

I migliori passeggini gemellari: come scegliere i passeggini gemellari e dove comprarli

Come scegliere un passeggino gemellare? Innanzitutto, deve essere sicuro e rispettare quindi gli standard di sicurezza, soprattutto per quanto riguarda gli agganci per la seduta.

Se avete un’automobile, il passeggino gemellare dovrebbe poi piegarsi in modo da starci in macchina, nel baule. Le ruote dovrebbero quindi essere dotate di un sistema di bloccaggio sicuro e forte e la struttura dovrebbe essere leggera ma robusta.

Da non dimenticare poi gli optional, che sono sempre molto comodi: gli ombrellini laterali, il paravento o il telo antipioggia.

Detto questo, si possono scegliere più tipologie di passeggini gemellari: esistono quelli affiancati, nei quali le due sedute sono posizionate fianco a fianco. In questo caso, è molto utile per i bimbi che amano guardare il mondo mentre passeggiamo, ma è scomodo in alcuni casi, dato che fatica a passare dai corridoi o sui marciapiedi troppo stretti. Tuttavia molti genitori lo ritengono il più comodo e la scelta spesso ricade su questi (che sono anche i più comuni in commercio).

Per tutti i giorni è molto comodo il passeggino gemellare tandem, con le sedute posizionate l’una dietro l’altra. I bimbi, in questo modo, non stanno vicini, ma divisi, ed è quindi meno “personale”, ma è davvero comodo perché stretto e quindi più semplice da spostare sui marciapiedi o in casa (ci passa benissimo dalla porta). Se non amiamo l’idea che i bambini stiano uno dietro l’altro, soprattutto perché il bimbo dietro ha la visuale spezzata, sarà utile scambiarli di posto di tanto in tanto.

Esiste poi il passeggino gemellare divisibile, che può essere diviso nel caso in cui siano due le persone a portarlo.

Infine, ecco i passeggini gemellari duo o trio, fatti apposta per accompagnare i bambini fin dalla nascita: passano infatti dalla culla, all’ovetto fino al passeggino.

Tra i nostri preferiti sta certamente il McLaren Gemellare Twin Techno, omologato dagli 0 ai 36 mesi. È un passeggino gemellare affiancato leggerissimo, che si chiude in un attimo (ed è tranquillamente riponibile nel baule) ed è quindi perfetto per le uscite in famiglia! Anche in città, per la sua leggerezza, è imbattibile. Meno adatto alla neve, alla terra o alla sabbia.

Ottimo è anche il Bebè Confort Dana 2, pensato per i bimbi dagli 0 mesi. È molto maneggevole e lo schienale è regolabile a tre posizioni. Perfetto per la città e per lo shopping!

Molto leggero (chiuso pesa circa 13 chili) è il passeggino gemellare Echo Twin di Chicco: Lo schienale può essere regolato anche in posizione sdraiata (utilissimo per i pisolini!), le ruote sono anche piroettanti (e quindi è super maneggevole) e anche questo è utilizzabile fin dalla nascita.

Dai 6 mesi comodo è il Baby Jogger City Mini Double, a quattro ruote e ancor più leggero (10 chili).

Ha tre ruote, invece, l’Out’n’About Nipper Double: è utilizzabile dagli 0 mesi e la caratteristica principale, quella delle 3 ruote, lo rende manovrabile in maniera davvero, davvero comoda. Utile sia in città sia per le passeggiate.

Anche il BOB Ironman Duallie ha tre ruote, ma è ancor più specifico perché è ideale per i genitori che amano lo jogging: è utilizzabile dai 6 mesi dei bambini, ha lo schienale regolabile e ha il freno a mano. Le ruote non sono piroettanti, ma è fatto proprio per la camminata e la corsa sportiva in famiglia ed è quindi fatto apposta!

Per quanto riguarda i passeggini gemellari tandem, ecco l’ABC design zoom, pensato apposta per la città: per bimbi dai 6 mesi, ha lo schienale regolabile in ben 4 posizioni, l’impugnatura regolabile e una chiusura a libro molto comoda per il trasporto in automobile o per riporlo in corridoio.

Anche il CAM Twin Pulsar è un passeggino gemellare tandem: questo è adatto fin dalla nascita, si chiude a libro stando in piedi da solo, è adattissimo alla città e comprende una borsa fasciatoio, la capottina, i coprigambe, il parapioggia e una cesta portaoggetti.

Parlando invece di passeggini gemellari trio, qui trovate una buona selezione!

Giulia Mandrino

Ti potrebbe interessare anche

Thule, per non rinunciare alle passioni outdoor
Il mercatino solidale di La Soffitta di Gi e OBM Onlus Buzzi
ActionAid fa luce sull’analfabetismo mondiale
Come insegnare ai bambini tenersi puliti senza urla
Il gioco sensoriale del giardiniere
Le fonti vegetali di proteine durante lo svezzamento
L’ultimo cambio prima della nanna, piccoli gesti di benessere
8 pappe di riso per lo svezzamento naturale
Il legame tra mamma e bambino passa anche dal profumo
3 tecniche dall’Oriente per diminuire le coliche
“Yoga per te e il tuo bambino”, il libro di Mark Singleton
L’umidificatore, imprescindibile strumento per le neomamme
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg