Bonus psicologo: come chiederlo e perché è importante

Il benessere: aspetto fondamentale della vita, finalmente valorizzato. Ma non scontato. Perché anche il benessere ha bisogno di essere allenato. E soprattutto, va perseguito con impegno.

Finalmente, la nostra società ha capito che andare in terapia non è qualcosa di vergognoso, non è sinonimo di debolezza e, anzi, è necessario per l'armonia psicofisica e per il benessere delle relazioni. Anche familiari, e non solo di coppia. Perché andare dallo psicologo o dalla psicologa non è un atto puramente personale: è una scelta altruista, che ricade sul benessere delle persone attorno a noi.

C'è un bellissimo meme che gira in questi giorni: "Chissà come saremmo (noi millennial) se i nostri genitori fossero andati in terapia...". Già: chissà! I nostri figli, invece, hanno la fortuna di crescere con mamme e con papà che in molti casi hanno scelto la via della terapia per stare meglio, e per fare stare meglio (di conseguenza) i loro bambini.

Ora anche lo Stato italiano l'ha capito e da fine luglio 2022 è possibile richiedere il Bonus Psicologo, una misura che ci piace per due motivi: normalizza la terapia, mettendola sullo stesso piano di ogni altro servizio sanitario nazionale (o quantomeno ci prova). E rende più accessibile andare dallo psicologo, un servizio prima d'ora parecchio proibitivo.

Ma come si fa a richiedere il Bonus Psicologo?

Il Bonus Psicologo 2022 sarà richiedibile da oggi, lunedì 25 luglio, fino al prossimo 24 ottobre 2022. La richiesta andrà fatta sul sito dell'INPS, per ottenere fino a 600 euro spendibili in terapie psicologiche.

SPID alla mano, carta d'identità (o carta nazionale dei servizi) pronta: sul sito dell'INPS è presente una sezione "Contributo sessioni psicoterapia", a cui si arriva attraverso il percordo Prestazioni e Servizi, Servizi, Punto d'accesso alle prestazioni non pensionistiche. 

Chi non potesse fare la richiesta telematicamente, potrebbe contattare il call center da rete fissa, digitando il numero 803164. Da mobile, il numero da chiamare è lo 06164164.

Chi può fare richiesta

La richiesta del Bonus Psicologo 2022 non è aperta a tutti, ma solo ai cittadini residenti in Itaila che non abbiano un ISEE superiore ai 50mila euro. A seconda dell'ISEE varierà anche l'importo del contributo, che potrà essere di 50 euro a seduta fino a un massimo di 600 euro a persona, nel caso di ISEE inferiore a 15mila euro. Per le persone con ISEE fino a 30mila euro, invece, il bonus sarà al massimo 400 euro, mentre fino a 50mila sarà di 200 euro. 

Al termine della presentazione delle domande, ovvero il 24 ottobre, le regioni elaboreranno le graduatorie degi aventi diritto.

Secondo Il Sole24Ore, le risorse rischiano però di non essere abbastanza per tutti: l'Italia, per questo bonus, ha stanziato 10milioni di euro, con una platea stimata di 16mila persone. Nel caso i fondi non coprissero tutte le richieste, a partità di diritto i soldi verranno erogati in base all'ordine di arrivo delle richieste.

Le alternative: andare dallo psicologo gratuitamente

Per chi non riuscisse a fare domanda o avesse bisogno nel breve periodo, ricordiamo che esistono anche sportelli gratuiti e servizi in tutta Italia per poter accedere alla terapia psicologica senza dover sborsare un capitale.

Presso i consultori territoriali, ad esempio, è sempre presente una figura professionale dedicata alle terapie psicologiche ed è possibile fare richiesta sempre e comunque. I tempi, in qualche occasione, sono più lunghi rispetto alle attese presso i professionisti privati, ma per molte persone si tratta comunque di un servizio prezioso.

Ti potrebbe interessare anche

Dobbiamo parlare della salute mentale dei nostri bambini
Il focusing
I genitori sufficientemente buoni secondo Winnicott
Come curarsi durante l’allattamento?
Come gestire il distacco dalla mamma

Sara

sara.png

Cecilia

Untitled_design-3.jpg