Si può viaggiare quando si è in gravidanza?

Spesso le donne in gravidanza sono limitate, dalla società, dalla famiglia, dalle voci di corridoio e chi più ne ha più ne metta nella scelta del luogo di villeggiatura.
Vorrebbero ma non possono...
Ma davvero non possono:
-prendere l'aereo? I viaggi in aereo non sono controindicati in gravidanza dovete solo controllare la compagnia aerea scelta o il Paese di destinazione che richieste hanno. Generalmente è richiesto un certificato di buon andamento della gravidanza che indichi la data presunta del parto e di conseguenza se la data di partenza e quella di ritorno sono entro i limiti– rispetto alle settimane gestazionali - che la compagnia aerea stabilisce (diversi per le gravidanze singole o gemellari).
Piccolo trofeo personale: Easyjet scrive che il certificato può essere redatto dall'ostetrica o dal medico che ha in carico la donna. Evviva qualcuno al di fuori delle donne e di noi stesse ci riconosce la concreta possibilità di occuparci di una gravidanza.
-viaggiare in nave? Certamente la nave è un buon mezzo di trasporto per la donna gravida che può muoversi liberamente su di essa evitando quindi le temutissime zampogne al posto dei piedi.
Su ogni nave c'è un medico a bordo ... don'tworry!
-viaggiare in auto? I viaggi in auto non sono controindicati, per le lunghe distanze però è bene fare una sosta per sgranchirsi e andare in bagno, spesso il mancato svuotamento della vescica oltre che a fastidio e pesantezza può dare qualche piccola contrazione. Ricordate di indossare la cintura di sicurezza (nel modo corretto).
-viaggiare in treno/autobus/metro? Ebbene sì, nulla è vietato ricordatevi però tre semplici regole soprattutto per i mezzi pubblici:
1. Abbiate la sfrontatezza di farvi cedere il posto se nessuno ve lo offre.
2. Portatevi sempre dietro una bottiglietta d'acqua.
3. Tenete in borsa dell'uva sultanina (fonte di sali minerali).

L'unica cosa vera e ve lo dice una il cui marito ha ormai la moto customizzata con sopra 5 dita di polvere è che dal giorno in cui il test è positivo non è sano per la mamma e il bambino essere passeggeri o conducenti di moto o scooter.

Quindi viaggiate e godetevela!

Ostetrica Veronica Pozza

 

immagine tratta dal sito www.alitalia.com

 

 

Mamma Pret a Porter non è una testata medica e le informazioni fornite hanno scopo puramente informativo e sono di natura generale, esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico o di un pediatra (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, fisioterapisti, ecc.) abilitati a norma di legge. Le nozioni sulle posologie, le procedure mediche e le descrizione dei prodotti presenti in questo sito hanno un fine illustrativo e non devono essere considerate come consiglio medico o legale. 

Ti potrebbe interessare anche

5 modi per connettere con il proprio bambino prima del parto
Come combattere l’ansia in gravidanza dopo un aborto spontaneo
La vescica dopo il parto, perché l’incontinenza non è una vergogna
Olio emudermico, idratazione e sostegno in preparazione al parto
Papà, anche il vostro consumo di alcool influenza la salute del bambino
Il tè in gravidanza, quanto berne e quale preferire
Come riconoscere le contrazioni in gravidanza
Come scegliere lo yogurt migliore per il bambino e la mamma
Sangue dal naso in gravidanza: i rimedi naturali
Cos’è la leucorrea gravidica
Come cambia il seno in gravidanza
Passeggiare coi bambini: le migliori scarpe per camminare senza rinunciare all’eleganza
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg