La libreria frontale Montessori

La libreria in cameretta è per noi qualcosa di imprescindibile, irrinunciabile, insostituibile. Soprattutto perché è il modo migliore (e anche il più semplice e diretto) per far sì che i bambini prendano confidenza in maniera naturale con l’oggetto-libro, considerando poi, crescendo, la lettura come un’attività piacevole e divertente.

Avere attorno libri, insomma, porta i bambini ad essere molto più inclini alla lettura rispetto a non averne proprio intorno.

Se la vostra filosofia pedagogica è rivolta verso il mondo montessoriano, quindi, sappiate che esiste una libreria fatta apposta per coniugare questa voglia di avere libri attorno con il tentativo di fare raggiungere al bambino la sua indipendenza, proprio come teorizzato da Maria Montessori.

Si tratta della libreria frontale montessoriana, e ora vi spieghiamo di cosa si tratta (e dove trovarla!).

La libreria frontale Montessori: di cosa si tratta e dove comprare la libreria a misura di bambino per il raggiungimento dell’indipendenza e la costruzione del piacere per la lettura

La libreria frontale di Maria Montessori ha una caratteristica particolare che la contraddistingue rispetto a tutte le altre librerie per bambini: è molto bassa, ma soprattutto è costruita in modo che i libri stiano con le copertine frontali, e non con i dorsi a vista.

Questa è di Moblì, si chiama dotty ed è disponibile nelle versioni Orsacchiotto, Nuvoletta o Casetta. È pensata e prodotta interamente in Toscana, è in legno chiaro e stile minimal (e quindi adatta a tutte le camerette!) e ha uno spessore di soli 13 centimetri, che permette di posizionarla dappertutto, anche negli spazi più piccoli (come dietro alla porta della stanza). L'altezza è pensata apposta per i bambini, che possono raggiungerne la cima a tutte le età!

dotty-libreria-montessori.jpg

Solitamente (come tutti gli strumenti montessoriani) è realizzata in materiali naturali, che non sono solo una scelta estetica o ecologica ma anche educativa, poiché rendono l’ambiente più calmo e rilassato.

Perché i libri vanno frontalmente? Semplicemente perché in questo modo il bambino può vedere più apertamente le copertine, vedendo in maniera più intuitiva e veloce i suoi libri, in modo da sceglierli con più facilità. Avendoli di fronte è più invogliato ad aprirli. E l’essere bassa lo aiuta nel raggiungimento dello scopo, poiché essendo a misura di bambino il bimbo potrà prendere il libro per sfogliarlo ogni volta che vuole, senza attendere l’aiuto di un adulto o di un bambino più grande. E potrà naturalmente anche rimetterlo a posto.

È possibile acquistare la libreria frontale Montessori in vari negozi per la casa ma soprattutto su Amazon, dove sono presenti alcune proposte abbastanza interessanti. Ad esempio? Questa, prima di tutto, in legno e tessuto.

912z8QxoMQL._SL1500_.jpg

Ma anche questa completamente in legno.

81v6ERyChnL._SL1500_.jpg

Altrimenti, in alternativa possiamo realizzarla noi con delle semplicissime mensole Ikea. Se scegliamo quelle per le spezie (che troviamo nell’area cucine da Ikea) possiamo ottenere una libreria a muro di questo tipo.

Visit apartmenttherapy.jpg

(http://www.homerelooking.it/2013/11/frontal-bookshelf-la-libreria-misura-di.html)

Idem con le mensole per quadri da corridoio, comodissime perché hanno un rialzamento finale che non lascia scivolare i libri.

219c9ac9dfa6693d5cb4dd6c001c5989.jpg

(https://it.pinterest.com/pin/427630927101151707/)

Ti potrebbe interessare anche

Dove sei, piccolo giallo?
5 attività Montessori per neonati
I “Manuali di sopravvivenza” di Sarah Spinazzola, i libri da cui non possiamo staccare gli occhi!
Come fare rispettare le regole attraverso le fiabe
Occhio agli Egizi!
I migliori libri per bambini di 5 anni
I migliori libri per bambini di tre anni
I 10 libri per bambini da leggere quest'estate
A che età cominciare a leggere i libri ai bambini
“Pinocchio” e “La bella e la bestia”, le meraviglie illustrate da MinaLima
I libri vincitori del Premio Strega Ragazzi e Ragazze 2020
Addio Luis Sepúlveda, e grazie
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg