A che età cominciare a leggere i libri ai bambini

Inizialmente lo faremo ad alta voce, con i bimbi che toccheranno il libro ogniqualvolta potranno. Poi cominceranno a sfogliare loro, i loro libri, spesso illustrati e cartonati, imparando da noi a memoria le parole e “fingendo” di leggerli. Poi sarà la volta del leggere le fiabe e i romanzi a letto, ad alta voce, fino a che non impareranno a leggere da soli e sarà il loro turno di leggere a mente o ad alta voce i loro libri preferiti.

Insomma: leggere ai bambini è un processo lungo, piacevole, coinvolgente e importante. Già, perché i benefici del leggere ai bambini sono comprovati e fondamentali (e i bambini a cui vengono letti molti libri da bambini avranno una posizione lavorativa più solida da adulti. Ma quando cominciare?

Alcuni genitori potrebbero pensare: “Ma è ancora troppo piccolo!”. E invece no. Non è mai troppo presto!

A che età cominciare a leggere i libri ai bambini: quando è il momento giusto per leggere ad alta voce ai nostri figli?

Paradossalmente, possiamo cominciare a leggere ai nostri bambini già da quando sono nella pancia della mamma. In questo caso, è un esercizio molto utile per legare fin da subito, con la nostra voce (o quella del papà) che diviene un suono coccolante per il bambino, che la riconoscerà poi una volta nel mondo. Se continueremo poi a leggere loro ad alta voce anche nei primi mesi, questo sarà un conforto molto piacevole per i bambini, che riconosceranno il tono e la cantilena di quella lettura ad alta voce che già percepivano nella sicurezza dell’utero.

In ogni caso, già dai sei mesi di età vi accorgerete che i bambini saranno più reattivi nei confronti dei libri. Inizialmente, lo saranno di certo a livello tattile, come con tutti gli altri oggetti, ed è per questo che è importante scegliere libri cartonati o in tessuto, o comunque fatti apposta per non distruggersi con la saliva e con la forza maldestra delle manine dei bambini. Dopodiché cominceranno ad interessarsene anche a livello uditivo: sta a noi leggere più volte, ogni volta che prendiamo il libro, la storiella o la filastrocca contenuta.

L’attenzione magari calerà subito, ma non è un problema, ma un processo, poiché il focus è un’abilità che i bambini acquisiscono nel tempo. Dare loro i libri è però fondamentale, perché se ne interesseranno gradualmente, a livello tattile, con la bocca, guardando i colori, ascoltando i suoni…

In questi mesi, ovvero dai 6 ai 10, possiamo sfruttare anche l’interesse dei bambino nei nostri confronti. In questo caso, leggendo sarà bene fare voci, espressioni e gesti curiosi, che attirino il bambino e la sua attenzione, corredando anche le parole con dei gesti o dei simboli (per allenare anche il linguaggio).

Piano piano, e a seconda dell’interesse e del grado di crescita del bambino, potremo passare a libri più classici e meno “tattili”. Quando il bambino comincia a dire le prime parole, ad esempio, possiamo sfruttare i libri con figure e poche parole per leggere, ripetere e imparare a memoria, associando i suoni alle immagini.

Dopodiché, dai 2-3 anni i bambini ascolteranno da noi le storie contenute nei libri, da quelle più semplici a quelle sempre più complesse, facendocele rileggere innumerevoli volte e imparandole quasi a memoria.

L’importante, in tutto questo, è seguire sempre l’interesse del bambino, non imponendogli libri che non gli interessano ma seguendo la sua curiosità. E una buona pratica è quella di circondarlo sempre di libri, in cameretta, nella stanza dei giochi, in salotto… Proprio come se fossero giocattoli. Perché inizialmente i bambini li vedono proprio come tutti gli altri oggetti. E lasciare che li studino, che li tocchino e che ci giochino è un buonissimo metodo per far sì che sviluppino un loro personale rapporto con questo oggetto meraviglioso che potrà poi tenergli compagnia tutta la vita.

 

Photo by Andrea Piacquadio from Pexels

Ti potrebbe interessare anche

The Ickabog, il nuovo libro di J.K. Rowling per bambini
Addio Luis Sepúlveda, e grazie
Libri da leggere durante l’isolamento da coronavirus
Il convegno dei ragazzi che salvano il mondo
Perché dovremmo trasmettere l’amore per Harry Potter ai nostri bambini
I libri in inglese che stimolano la curiosità e insegnano moltissimo
I libri per bambini per parlare dei cambiamenti climatici
Tre libri in inglese per cominciare al meglio le elementari
“Guardando le stelle”, il libro definitivo sulle costellazioni
5 libri gialli per bambini e ragazzi
“Il giorno del nonno”
Diventare un independent Usborne organiser
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg