Dire di sì, perché la gentilezza è l’approccio giusto

“Gentle parenting” significa soprattutto gentilezza, tempo di qualità, concentrarsi sui propri figli, cercare di non seguire gli scatti istintivi e gestire le cose più razionalmente. Significa sfruttare il potere della calma, del rallentare e del parlare apertamente.


“Gentle parenting”, però, significa anche dire “sì”, e non distribuire solo i soliti e noiosi “no che fanno crescere”. Perché il “sì” è davvero portentoso!

Dire di sì, perché la gentilezza è l’approccio giusto: il potere del sì e il tempo di qualità con i nostri bambini sono il segreto di una crescita armoniosa

Sabato scorso abbiamo seguito sulla pagina di Fattore Mamma la diretta di Fruittella (le caramelle con succo di frutta davvero buonissime e amate da tutti) con la psicologa Carolina Ochsenius e alcune mamme. “Quanti no dovremmo dire ogni giorno ai nostri figli? Non sarebbe bello poter dire anche qualche sì?”: queste sono solo alcune delle domande alle quali la psicologa Carolina Ochsenius ha risposto durante la diretta live, mostrando ai genitori quanto l’approccio consapevole all’educazione sia fondamentale, e non naive.

“Unico fattore predittivo sullo sviluppo positivo oggigiorno”, ha spiegato la dottoressa, “è l’acquisizione da parte del bambino di un senso di sicurezza dato dal sentire una persona per lui durante la crescita”. In altre parole, significa che avere genitori presenti è fondamentale per uno sviluppo armonico futuro! Ecco perché dobbiamo puntare sul tempo di qualità e non alla quantità ed ecco perché dobbiamo sfruttare la razionalità e la calma, cercando di praticare la pazienza e soprattutto di trattare i bambini con rispetto, gentilezza e apertura. Parlare, dialogare, frenare un attimo: anche nei momenti più disperati la genitorialità gentile ripaga.

Perché? Perché la calma e la gentilezza, ha detto la psicologa, aiutano i bambini a tornare nel tempo presente e a incanalare meglio a voce ferma le proprie emozioni. Una volta calmati, e non urlando, possiamo spiegare i comportamenti giusti e sbagliati e mostrare gli altri modi per affrontare le cose.

In generale, poi, è giusto anche concentrarsi sul “sì”. Si parla sempre dei “no”, vero? E invece anche i sì hanno un potere incredibile: il potere di rafforzare il legame, che è fondamentale per la crescita, proprio perché, come detto inizialmente, per i bambini è fondamentale sentire la presenza di una persona che si dedica a loro. Non solo con il compito di educarli, quindi, ma anche vivendo insieme i momenti felici.

Strumento utile è il Barattolo del Sì. Fruittella ha suggerito questo esercizio davvero interessante e utile, soprattutto per i genitori molto impegnati che faticano a ritagliarsi del tempo di qualità con i bimbi! Basta prendere un vecchio barattolo di vetro ed etichettarlo come “il barattolo del sì”. Al suo interno si inseriscono tanti bigliettini diversi, ognuno dedicato ad un’attività che il bimbo vorrebbe fare con la mamma o il papà per passare insieme del tempo di qualità.

IGFeed.jpeg

Colorare insieme, guardare un film, andare al parco, fare una camminata in montagna, giocare insieme ai videogiochi, saltare sul lettone, mangiare le caramelle (come quelle monodose di Fruittella La Fattoria, una bellissima scatola che dà felicità piena di caramelle gommose senza gelatina per scoprire tutti gli animali e tanti gusti!). Nei momenti di difficoltà o di noia possiamo usare il barattolo per rafforzare il legame, semplicemente estraendo un bigliettino e dedicando venti minuti (o quanto vogliamo!) solo a quell’attività, senza distrazioni.


Sembra semplice e banale, ma è una scusa per fare qualcosa. Perché spesso le scuse che si trovano sono per evitare qualcosa. In questo caso, non possiamo tirarci indietro! Dobbiamo solo divertirci con i nostri bambini, alimentando il legame positivo in maniera naturale e spensierata.

Ti potrebbe interessare anche

Dire sì, per rafforzare il legame positivo
L’educazione positiva per contrastare i comportamenti negativi
Il gentle parenting secondo L.R. Knost
Tutto quello che devi fare è essere gentile
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg