Un coniglio esotico

Non vorrei fare il pippone animalista, ma è super vero quando si dice che un animale è un impegno, sappiate che un coniglio è uno straimpegno!
Come prima cosa va detto che il coniglio non è un animale da gabbia, nessun animale è da gabbia!!!!!
La seconda cosa è che gli animali non si comprano: adottate i trovatelli, ci sono mille animali in cerca di casa e di affetto e non avete la minima idea di cosa scoprirete nei loro occhi e nei loro cuori, io ho fatto l'errore di ignorare completamente che ci fossero rifugi anche per i conigli, chiunque sia interessato ad adottare un coniglio, una cavia, un porcellino d'india o un topolino può rivolgersi, ad esempio, alla "Collina dei Conigli" di Monza.
Un animale è un impegno, un coniglio forse lo è di più: non potete portarlo a spasso come il cane e non è autonomo e girovago come il gatto. Tutti quelli che sanno di Cucciola mi chiedono: "Un coniglio? Perché?"
Inizialmente ho curato per un paio di estati il coniglio di mia nipote, il solito animaletto preso perché il bimbo lo vuole tanto, il tanto è durato circa una settimana; essendo che la casa di prima era piccola mi sembrava più adatta ad un animale piccolo e così ho scelto un coniglio.
I conigli amano il proprio patrone, soffrono la solitudine e sono molto legati alla loro casa che li rende sicuri e tranquilli, spostarli per una breve vacanza non è semplice, sia per le accortezze da adottare in viaggio sia per la casa dove andremo, non tutti i posti che accettano animali vogliono i conigli, perché? Rosicchiano!
Ci sono una serie di informazione che nessuno ti spiega e che scopri con il tempo, avere un animale è una scoperta, avere Cucciola è una sorpresa.
Non era importante per me il sesso ma la Cucciola mi era stata data come maschio, da lì il nome Ringhio, poi (ve lo giuro mi prenderete per pazza) tra le ciglia degli occhi, l'atteggiamento e un non so che, quando ho chiamato il veterinario e gli ho detto che avevo un coniglietto da fargli vedere che secondo me aveva due cose: la prima è che era una femmina e non un maschio (ma poco importava), la seconda è che era in calore (faceva i bisogni ovunque, cosa che non aveva mai fatto e che, successivamente, non ha più fatto); entrambe confermate e da Ringhio è diventata Cucciola.
Quando Cucciola è arrivata da noi abbiamo subito evitato di chiuderla nella gabbia, era solo il luogo dove andare a mangiare e fare i bisognini; le prime notti, ingenuamente, la chiudevo in gabbia (che comunque è spaziosa e le consente di camminare dentro), pensando che dovendo dormire non avrebbe fatto differenza, errore, lei fa tanti pisolini ma mangia, si muove e passeggia anche di notte, poco, ma anche di notte.
Il coniglio sta meglio in compagnia e sarebbe l'ideale fossero in coppia o in gruppo, anche qui non è sempre semplice pensare di avere più di un animale e ormai lei è abituata alla nostra famiglia a tre e sappiate che l'inserimento di un altro coniglio nella famiglia è possibile, ma non semplice.
L'alimentazione è facilmente consultabile su un sito che si occupa di conigli, evitate i mangimi preconfezionati non sono adatti ed il rischio è che li facciano ingrassare e, gonfiandoli troppo, gli tolgano la fame di fieno, alimento di cui hanno costantemente bisogno.
Ogni animale poi ha i suoi gusti, come noi, Cucciola non mangia il sedano, adora le carote e l'insalata, non mangia i ravanelli, ma i gusti li scoprirete passo passo ed è una cosa divertente e curiosa imparare insieme, crescendo giorno per giorno.
Logicamente acqua sempre fresca in un beverino.
Fieno sempre presente, di ottima qualità, non risparmiate! Il fieno è la base della loro alimentazione e gli serve anche per "consumare" i denti masticando che, essendo a crescita continua (come le unghie) hanno bisogno di rimanere della giusta misura, un coniglio con i denti eccessivamente lunghi ha conseguenze inimmaginabili, anche fatali; quindi più ne mangiano e meglio è, per il loro intestino (delicatissimo), per i denti, non li fa ingrassare ed è tutta salute.
Il veterinario poi è stata una scoperta, non tutti i medici si occupano anche di conigli, dovrete trovare un veterinario specializzato in animali esotici: ve lo giuro, il coniglio è considerato un animale esotico: pazzesco!
E infine la casa, metterla totalmente a prova di coniglio è penso impossibile, Cucciola ora si è un po' calmata (ma non troppo) ma quando era piccola tutto era buono per essere masticato: scarpe, ciabatte, abbiamo eliminato i tappeti (perché ci è capitato che le venisse un blocco intestinale dopo aver bucato tipo groviera una passatoia di due metri), rosicchia gli angoli dei muri, dei mobili, del divano, i fili del computer, il silicone nel box doccia, le doghe del letto, dite una cosa e lei sicuramente l'ha masticata o almeno ci ha provato.
Ora viviamo in una casa più grande e con giardino, un cambio fatto apposta per lei, in appartamento ormai stavamo troppo "stretti" e uno spazio aperto era necessario, logicamente anche lì i danni sono all'ordine del giorno!
Ci sono tutta una serie di atteggiamenti tipici del coniglio, la posizione "ad omino" per quando sono curiosi o vogliono vedere cose più lontane o più alte, lo sbattere delle zampe posteriori in segno di pericolo, gli occhi che con il tempo saprete leggere come se vi parlassero una lingua chiara e comprensibile, le orecchie che sono espressive quanto le nostre parole.
E' una seienne navigata, ad ottobre saranno sette anni, la vedo che non ha più l'argento vivo del cucciolo, ma ancora è una peste e mi sorprende, tanto e mi fa compagnia, tanta e mi sta attaccata come una cozza, mi segua dove vado per casa e si addormenta vicino ai miei piedi e russa e mi riempie il cuore.

Elena Vergani

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna