Come rendere la nostra casa un posto felice

Le nostre case sono probabilmente già felici, perché basta la serenità per rendere l’ambiente in cui viviamo confortevole e piacevole. Tuttavia ci sono alcune regole (piacevolissime) che possiamo applicare per rendere la nostra casa ancora più felice, bella, serena e gioiosa. Eccole!

Come rendere la nostra casa un posto felice: le regole d’arredamento e di atmosfera per far sì che il luogo in cui viviamo diventi ancora più sereno e piacevole

Partiamo dalle piante: noi le consigliamo sempre, perché anche quando la casa è spoglia rendono tutto più completo e piacevole. Perché? Perché se ci pensiamo l’uomo è nato vivendo nella natura, e oltre al fatto estetico (sì, le piante, soprattutto quelle verdi, sono magnifiche) c’è anche quello naturale e primitivo del benessere atavico: portando qualche pianta in casa staremo meglio anche inconsciamente, perché in questo modo trasporteremo un po’ di natura all’interno. E in più le piante fanno molto bene, perché purificano l’aria!

benesserecasa.jpg

Seconda regola: cercare sempre la luce naturale, per lo stesso motivo. Se abbiamo la fortuna di avere grandi finestre sapremo già che la luce fa moltissimo sul nostro umore: pensiamo alle giornate piene di sole, e a come ci entra dentro entrando in casa! Se ne abbiamo poche e piccole scegliamo quindi tessuti leggeri, che facciano filtrare la luce, oppure optiamo per evitare proprio le tende, sfruttando ogni piccolo raggio di sole!

benesserecasa2.jpg

Stesso discorso per l’aria fresca: anche in inverno, facciamola passare attraverso la nostra abitazione aprendo almeno cinque minuti tutte le mattine almeno due finestre, creando un po’ di contraria. Aria più salutare significa stare meglio!

Per quanto riguarda la tecnologia, teniamone il meno possibile: sì alla tivù in salotto, no in camera. Idem la radio, e lo stesso vale per i cellulari (soprattutto la notte). Piuttosto, la sera in camera leggiamo un libro. Sì, quindi, a grandi librerie, con tutti i libri che ci riempiono il cuore e la mente.

benesserecasa3.jpg

Se puntiamo sui colori delle pareti, scegliamone di adatti ad ogni stanza: ottimi, sempre, i colori pastello. Il verde e il blu andranno bene in camera da letto, poiché rilassano; il porpora in studio, poiché è un colore che dà energia e stimola la creatività; il rosso, anche tenue, va benissimo in cucina e sala da pranzo, perché stimola, e dunque è perfetto quando siamo con gli amici o in famiglia a tavola, per conversare vivacemente.

benesserecasa4.jpg

Infine, anche se non siamo persone troppo ordinate, prendiamo l’abitudine di sistemare e mettere in ordine una stanza nel momento in cui usciamo: come insegna il feng shui, certi dettagli della nostra casa ci fanno stare bene (come suggerisce, dopotutto, questo articolo) e l’ordine esteriore ci trasmette un senso di ordine interiore davvero benefico. Piccole cose, quindi, piccoli gesti, per far sì che il beneficio sia grande.

 

Ti potrebbe interessare anche

Idee stilose per misurare i bambini
Il Lagom, un nuovo concetto svedese per la felicità
Dividersi le faccende domestiche, è arrivato il momento
Anche la mediocrità può essere la via per la felicità
Dove comprare la learning tower montessoriana
Le nostre case sono sempre in disordine. E per fortuna!
Come creare una classe felice
Felicità e voti? Tutto collegato
Una casa minimal significa mamme felici!
Come organizzare gli spazi di casa quando arriva un bebè
10 motivi per trascorrere la vigilia di Natale a casa senza parenti
10 idee per rendere Scandi il vostro Natale

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter