Il bola messicano

Il bola messicano è una collana formata da una cordicella o una catenina alla cui estremità è presente una sfera sonaglio. 

Scopriamo insieme cos'è il bola messicano o collana degli angeli: l'uso e la tradizione del ciondolo per proteggere la mamma in gravidanza e il suo bambino

Il suo uso ha radici nell'antico Messico, dove veniva donato alle giovani donne in gravidanza come richiamo del loro angelo custode, affinchè le proteggesse in questa fase della vita così importante: la tradizione dice che il suono del sognaglietto sia in grado di superare le sfere celesti e raggiungere gli angeli. La cordicella deve essere sufficientemente lunga da arrivare a toccare la pancia della futura mamma, se possibile in corrispondenza del suo ombelico, affinchè da esso entrino gli influssi benefici e protettivi del proprio angelo custode non solo in lei ma anche verso il bambino che porta in grembo.

Altre tradizioni chiamano questi ciondoli "harmony balls" (nella cultura di Bali le "harmony balls" sono un caposaldo della maternità e vengono trasmesse da madre a figlia), a sottolineare la vibrazione armonica che produce il ciondolo e che arrivano non solo all'orecchio della mamma ma anche al bambino: anche il bambino infatti sembra percepire questo suono. Un feto in utero inzia a sentire i primi rumori già alla ventesima settimana di gestazione!

Ma i benefici effettivi per il bambino sembrano essere dopo la nascita, durante l'allattamento: dopo essere uscito dal caldo e confortevole utero materno, l'adattamento alla vita extrauterina è impegnativa per il piccolo (e anche per la mamma) e l'allattamento è tutto ciò di cui ha bisogno. Nei giorni successivi al parto la mamma potrà indossare il suo bola, riproponendo così quella vibrazione che il bambino aveva percepito in pancia: è infatti un suono famigliare per lui, associato a sensazioni di comfort e benessere. Anche noi adulti riusciamo a rilassarci maggiormente quando percepiamo suoni che ci trasmettono pace e benessere. Alcune mamme poi tengono il ciondolo anche quando i bambini sono più grandini e sembrano essere utili per calmare gli scatti d'ira dei 2 anni. 

Questi ciondoli si trovano sul mercato in una grande varietà di forme e decorazioni: potete acquistarle in argento o in metallo, con decorazioni trazionali asiatiche o messicane, oppure con il nome del bimbo intagliato, i nomi di mamma e papà o ancora piedini, manine e in generale simboli dell'infanzia.

Volete costruirlo da voi? Niente di più facile! Recatevi in un negozio che vende perline o in una merceria e richiedete una spago da collana misurando la lunghezza (deve arrivare fino all'ombelico): acquistiamo poi un sonaglietto, infiliamolo e lasciamolo scivolare a metà della collana, poi formiamo un nodo a destra e uno a sinistra. Io amo utilizzare ciondoli molto semplici e aggiungere a lato due pietre dure, tendenzialmente quarzo rosa per simboleggiare il femminile, oppure ametista, turchese o avventurina (verde); dopodichè facciamo un nodo a lato per bloccare le pietre e infine un nodo per chiudere la collana: essendo lunga infatti non è necessario l'utilizzo di apposite chiusure che consetano l'apertura poichè si infila semplicemente dalla testa.

Giulia Mandrino



rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter