Come creare una bottiglia sensoriale

Le bottiglie sensoriali montessoriane sono giochi semplici e creativi che potete anche realizzare a casa utilizzando bottiglie di plastica, materiali e vari oggetti di riciclo. Il procedimento per realizzare questo giocattolo è molto semplice, non richiede molto tempo e vi permette di creare uno strumento che sarà molto utile al bambino per sviluppare la sua curiosità e affinare i sensi.

Ecco allora come realizzare una bottiglia sensoriale homemade: uno strumento semplice e creativo che, secondo la pedagogia montessoriana, è alla base delle attività sensoriali per il bambino!

Le bottiglie sensoriali sono un ottimo gioco da proporre ai bambini, anche dai sei mesi d’età, per aiutarli ad affinare i sensi e coltivare la loro curiosità. Il principio base della bottiglia sensoriale è che deve essere maneggiata in modo semplice, e per questo deve essere abbastanza leggera, perché il bambino possa essere attratto da quello che vede all’interno, scuotendo anche il contenitore nel caso racchiuda oggetti che producono un determinato suono.

Per realizzare una bottiglia sensoriale homemade serve per prima cosa una bottiglia di plastica trasparente, da mezzo litro andrà benissimo, o in alternativa una bottiglia contenitore un po’ più bassa e dalla forma bombata che assomigli a un’ampolla.

Poi dovrete scegliere il materiale che volete mettere all’interno della bottiglia; questo passaggio è soggettivo e varia molto dal tipo di gioco che volete realizzare, per esempio una bottiglia sonora, oppure un contenitore che incuriosisca il bambino dal punto di vista visivo. In genere i materiali più utilizzati sono:

Fagioli secchi o riso (che fanno rumore)
Perline o palline colorate (che attirano la vista)
Chicchi di caffè, pasta o semi (sono piccoli e fanno rumore)

Quando avrete scelto i vostri materiali, lavate accuratamente la bottiglia di plastica e controllate che si possa richiudere bene e in modo sicuro: qualsiasi sia il contenuto della bottiglia dovrete essere sicuri che rimanga chiuso ermeticamente nella bottiglia.

A questo punto riempite la bottiglia con i materiali che avete scelto e il gioco è fatto, nella sua versione più semplice. Per realizzare una bottiglia sensoriale un po’ più complessa e di grande impatto estetico potete infatti anche utilizzare l’acqua, unita alla colla per ottenere un effetto più omogeneo, e alcuni brillantini colorati.

Ricordatevi però di non utilizzare l’acqua nel caso abbiate scelto di inserire nella bottiglia la pasta, il riso, i chicchi di caffè e qualsiasi altro alimento che al contatto con l’acqua si deteriorerebbe rovinando il gioco che avete costruito. Fate attenzione anche a sigillare per bene il tappo, se necessario anche con della colla e il nastro adesivo, per essere sicuri che niente fuoriesca dalla bottiglia.

Detto questo, buon lavoro e buona creazione! Lo scopo del gioco è che la bottiglia produca rumori differenti o faccia risaltare i colori; il bambino sarà così stimolato e incuriosito e non vedrà l’ora di sperimentare la sua bottiglia.

La redazione di mammapretaporter.it

Foto credits: http://carrotsareorange.com/sensory-bottles-babies/

Ti potrebbe interessare anche

6 giochi durante il cambio pannolino
I giocattoli steineriani
Come rendere il momento del bagnetto divertente con 10 giochi
Baby Bop, la nuova piattaforma per lo scambio tra genitori
Come realizzare i pennelli più naturali del mondo
Le tavole tattili da Maria Montessori a Bruno Munari
9 giochi con le carte da fare in famiglia
10 giochi da fare con i gessetti al parco e a casa
Perché non compro libri da colorare ai miei figli
10 idee di water station per bambini
Le attività Montessori da svolgere all'aperto
Gli elastici, un gioco divertente e utilissimo

banner 300x250chebuoni

rassegna

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter