La legittimazione dell'essere madre

Nella vita di ogni essere umano s'incontrano momenti cruciali, momenti di passaggio che fanno si che nulla potrà mai più essere come prima.

Per una ragazzina il menarca segna l'entrata nel mondo delle Donne e la gravidanza ed il successivo parto segnano il passaggio dall'essere Donna ed Amante all'essere Madre.

Durante questi passaggi nel corpo e nell'intimo delle Donne si scatenano forze spesso contrastanti ma che possono condurre a livelli di comprensione e di percezione sempre maggiori.

Il percorso di maternità soprattutto, permette alla Madre di iniziare a comunicare con il proprio bebè, con chi per 40 settimane occupa il suo ventre. Le Mamme che imparano a porsi in ascolto delle parti più profonde ed ancestrali di sé non sentono il bisogno di troppe visite ed esami che avvallino o meno la salute del loro piccolo, lo sanno già e devono permettere al loro “sentire” di guidarle e di tracciare la linea che porterà all'accoglienza delle nuova Vita.

Questo permette una grossa rivoluzione: quella che fa si che le Donne divengano protagoniste del “Dare alla Luce” perchè sanno perfettamente cosa occorre, in quel dato momento a quella piccola anima che si sta incarnando in quel piccolo corpo.

I modi per entrare in comunicazione con le parti più segrete del nostro sentire sono infinite, bisogna partire da ciò che ci fa stare bene e ci piace: camminare, danzare, cantare, respirare, cogliere fiori, accogliere il nostro compagno, leggere, scrivere, tornare in Natura... Il segreto è dare rilievo alle nostre sensazioni purchè esse siano “autentiche” e ripulite dai condizionamenti culturali da cui spesso siamo sommerse.

Il Diventare madre inizia molto prima e si conclude nel momento del parto.

Lo stesso momento del parto dovrebbe essere capace di avvicinarci alla dimensione del trascendente. Un parto indisturbato, in cui la Donna può gestire il momento in intimità e senza essere troppo disturbata permette di sfoderare forze ed energie inaspettate, permette di sentire altri mondi, di superare paure, di accogliere l'estasi..

La Madre deve permettersi di “lasciare andare”, di farsi guidare dal suo corpo e dalle sue sensazioni, assecondando e dando sempre fiducia alla Vita..

Un parto con una Donna capace di ascoltarsi e di legarsi ad “altre dimensioni” permette al Bimbo ed alla Mamma di lavorare insieme per incontrarsi in un primo eterico abbraccio che diviene reale.

Quel primo abbraccio getterà le basi per la Vita, ricordando al cucciolo degli occhi rassicuranti che lo cullano ed accarezzano.

Se questo momento non ha la possibilità di essere così saldo e potente nulla è perduto: mamme e bimbi sanno sempre ritrovarsi (e parlo per esperienza personale, il mio primo cucciolo mi è stato strappato via al momento della nascita), ci vorrà tanto sentire, tanta consapevolezza e lavoro connotato d'amore...

Se ne avete la possibilità, ascoltatevi, ascoltate le vostre pance ed i vostri cuccioli.. Seguite il vostro sentire e date ai vostri bimbi la nascita per voi migliore...


Cora Erba, doula e pedagogista

 

 

Ti potrebbe interessare anche

Perfezione, no grazie
La legge della madre di Murphy
Bye bye leggerezza
La maternità nel mondo: essere mamma in Australia

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

rassegna