Allattamento: come capire se il neonato mangia abbastanza

L'allattamento porta con sé, un po' come la gravidanza, tante domande e tanti dubbi. È normale (soprattutto alla prima gravidanza) chiedersi se stia andando tutto per il meglio, il motivo per cui pare non si riesca ad allattare, i pro e i contro della doppia pesata... First of all, è opportuno rivolgersi a dei professionisti e a delle professioniste: le ostetriche e gli ostetrici, i medici esperti di allattamento, le doule, i consultori... Non c'è nulla di cui vergognarsi, ogni viaggio nella maternità è diverso, e queste figure sapranno valutare la situazione nella sua unicità, consigliando il percorso giusto e i giusti rimedi.

Tra le domande più frequenti che le mamme e i papà si pongono sta di certo quella relativa alla quantità di latte e alla crescita del bebè. Sia che si allatti al seno, sia che si nutra il bambino con latte artificiale, viene spontaneo chiedersi (tra una visita dal pediatra e l'altra) se il neonato stia crescendo a dovere. In altre parole: il latte è abbastanza? Oppure mangia poco? O, ancora, c'è poco latte nel seno?

Oltre a rivolgersi al pediatra o ai professionisti sanitari, è possibile affidarsi in un primo momento all'osservazione. Ci sono infatti 5 segni che possono dare la misura della situazione. Ecco quindi i cinque segnali che ti indicano se il tuo bebè sta ricevendo abbastanza latte e sta venendo nutrito nella maniera corretta.

Il bebè cresce

Primo e inequivocabile sintomo di una giusta nutrizione è la crescita di peso del bebè. Se il neonato procede tranquillo nella curva di crescita pediatrica, si può tendenzialmente stare tranquilli. Anche quando pare che non riceva abbastanza latte, se cresce significa che ne sta bevendo abbastanza.

I primi giorni dopo il parto, però, questo aspetto non conta: c'è infatti un calo fisiologico del peso; ma nel giro di un paio di settimane si dovrebbe tornare a crescere.

Senti il suono della deglutizione

Prova ad avvicinare l'orecchio alla bocca del bambino o della bambina: quando succhiano per bene, il latte che scende in gola fa un delizioso suono gutturale, che indica la deglutizione di un liquido. Se lo senti, è probabile che il bimbo stia mangiando, anche se a te non sembra.

La soddisfazione

Si parla di "milk coma" in termini spiritosi: si tratta di quello stato di estasi che molti neonati e neonate provano subito dopo la poppata. Potresti riconoscerlo perché si rilassano, si addormentano e il loro aspetto è soddisfatto. Altra tendenza dei bambini sazi è quella di staccarsi dal seno ed essere tranquilli ma ben svegli. Il nervosismo, invece, potrebbe essere un segnale di insoddisfazione.

Se allatti al seno

Se allatti al seno, un altro segno che ti comunica che il tuo bambino o la tua bambina sta mangiando abbastanza è il seno stesso. Quando non allatti per molto tempo, il seno comincia a farsi duro e a dolere. Al contrario, quando allatti si svuota e si fa più morbido. Ecco: questo è un segno di svuotamento inequivocabile, che indica che il bebè sta succhiando davvero il tuo latte.

Il cambio del pannolino

Infine: cambi molti pannolini? I pannolini sporchi sono un ottimo indicatore per capire lo stato della nutrizione dei bebè. Chiaramente, il numero dei pannolini varia con i mesi, ma solitamente se ne possono cambiare circa 4-6 durante una giornata. Osserva quindi il numero di pannolini e man mano che il bebè cresce prova a tenere a mente la frequenza con cui si svuota, in modo da capire quando sta mangiando abbastanza e quando invece sembra stitico.

Ti potrebbe interessare anche

Allattamento e allenamento: lo sport dopo il parto
Le migliori mussole per neonato
Prima settimana con il bebè: i consigli spassionati che ti svolteranno la vita
Mastite: come riconoscere questo problema comune in allattamento
Le posizioni per allattare il vostro bambino
I metodi per aumentare la produzione del latte al seno
L'argilla verde ventilata contro l'ingorgo mammario
Corredo per il neonato: come scegliere i capi più comodi e confortevoli
Addormentarsi durante l’allattamento: è rischioso?
Cos’è l’indice di Apgar e perché è importante
Come conciliare lavoro e allattamento
Crema seno Clemulina, il trattamento perfetto per l’allattamento

Sara

sara.png

Cecilia

Untitled_design-3.jpg