Anko, la marmellata di fagioli rossi Azuki giapponese

Un sapore diverso dai nostri, ma che risulta strano solo ad un primo assaggio: l'Anko, o marmellata di fagioli rossi Azuki, è un preparato giapponese che, come tutti i piatti etnici, titilla le nostre papille gustative facendo loro provare sapori e consistenze diverse. Ed è davvero delizioso: si tratta di una marmellata, o crema se vogliamo, a base di fagioli e zucchero. Non una marmellata tipica, quindi, ma altrettanto deliziosa, non estremamente dolce e molto morbida sul palato (un po' come una crema di nocciole, se vogliamo).

I miei figli la adorano semplicemente sui cracker, anche prima di cena come aperitivo, ma a me piace abbinarla anche ai formaggi e alle verdure crude (come le carote e il sedano!). In Giappone, invece, la usano per farcire i loro dolcetti a base di farina di riso, o addirittura per accompagnare il gelato.

Anko, la marmellata di fagioli rossi Azuki giapponese: come preparare la crema dolce giapponese a base di fagioli

 

Ingredienti:

Un barattolo di fagioli rossi Azuki precotti

Zucchero di canna integrale o di cocco (metà del peso dei fagioli sgocciolati)

Acqua

Preparazione:

Apriamo i nostri fagioli e versiamoli in un colino, lavando bene l'acqua di conservazione in eccesso e lasciandoli poi sgocciolare molto bene. Pesiamoli e a questo punto pesiamo lo zucchero (ne servirà la metà del peso). 

Mettiamo sul fuoco un padellino antiaderente dai bordi alti e versiamo i nostri fagioli Azuki, aggiungendo un goccetto di acqua e lo zucchero e mescolando molto bene, fino a che quest'ultimo non si sarà sciolto.

Spegniamo il fuoco, trasferiamo il composto in un mixer, oppure utilizziamo un mini pimer direttamente nel padellino (scelta consigliata poiché poi dobbiamo continuare a tenere sul fuoco), e frulliamo tutto molto bene. Accendiamo nuovamente il fuoco e continuiamo a cuocere la crema fino a che otterrà la consistenza "marmellatosa", man mano che l'acqua evaporerà.

Nel frattempo, sterilizziamo in acqua bollente alcuni barattoli e una volta ottenuta la consistenza desiderata, versiamo la marmellata in questi. Chiudiamo i coperchi e capovolgiamo immediatamente, in modo che vadano sottovuoto.

Info

Chi siamo

Contatti

 

Collaborazioni

Sponsor e pubblicità

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter