I migliori libri per bambini per parlare di mafia

Come spiegare certe cose ai bambini? Come parlare delle notizie paurose? Come raccontare il brutto del mondo? Leggendo. E parlandone. Perché non è per niente giusto nascondere le cose. E se dobbiamo farlo, usiamo le giuste parole. 

Parole che spesso arrivano dai libri, volumi pensati apposta per i bambini e i ragazzi e che non solo ci vengono in aiuto quando non troviamo la giusta chiave di lettura, ma che diventano preziosissimi perché come sempre permettono di mettersi nei panni degli altri.

Ecco quindi i migliori libri per bambini sulla mafia e le migliori letture per ragazzi e adolescenti che parlano di criminalità organizzata (lontani dai classici "Gomorra" e compagnia bella, sceneggiati che spesso finiscono per romanticizzare l'argomento). Per capire quanto sia brutta e da estirpare, con le parole adatte alla loro età.

I migliori libri per bambini per parlare di mafia

La mafia spiegata ai bambini

Un romanzo che narra la mafia rendendola una storia, una storia nella quale la "mafia" è una malattia che trasforma le persone in scarafaggi. Come riconoscerne i sintomi? E come combatterla? Un primo approccio davvero interessante alla mafia.

717aWibKteL.jpg

Falcone e Borsellino, paladini della giustizia

Un libro illustrato davvero bello e prezioso che parla ai ragazzi dai 7 anni dei due eroici magistrati e del male fatto loro da persone estremamente cattive. Perché non è mai troppo presto per conoscere queste vicende.

71NX97kmcHL.jpg

Per questo mi chiamo Giovanni

Questo romanzo è per bambini a partire dagli 8 anni e parla di Giovanni, bambino palermitano che prende il nome proprio da Giovanni Falcone: lo scopre visitando la città con il padre, che non gli nasconde della lotta in atto da troppi anni, quella della legalità contro la mafia (che si nasconde in tantissime situazioni della vita, anche a scuola).

71adDkxIPML.jpg

La mafia spiegata ai ragazzi

Per i ragazzi più grandi, dai 12 anni, ecco un libro perfetto per addentrarsi nei concetti della mafia, per capirla, comprendere quanto è subdola e quanto fa male a tutti.

71T4oa02haL.jpg

Volevo nascere vento

In questo romanzo per ragazzi contro la mafia Andrea Gentile racconta le vicende di Rita Atria, per non dimenticarla. Questa la trama: "Rita ha diciassette anni quando si trasferisce a Roma e abbandona per sempre Partanna, il suo paese in provincia di Trapani. Il perché non è facile da raccontare: non è facile guardare in faccia il Mostro che le ha rubato l'infanzia e la famiglia. Ma poi, un giorno, l'incontro con il giudice Paolo Borsellino le cambia la vita: Rita si sente al sicuro e a lui decide di raccontare tutto quello che sa. Quell'uomo con i baffi, in giacca e cravatta, diventa da subito uno zio, "lo zio Paolo", un cantastorie di verità. E nonostante la verità sia dolorosa da accettare, Rita non smette mai di circondarsi di musica e colori, di amore e sogni, come faceva da bambina. La storia di Rita Atria si lega tragicamente alle stragi di mafia del 1992 in cui morirono i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino".

61KJBm8ZuaL.jpg

Cosa Nostra spiegata ai ragazzi

Paolo Borsellino ha pronunciato questo discorso direttamente ai ragazzi (quelli di un liceo del Nord Italia, nel 1989), per spiegare loro gli omicidi, le tragedie e le atrocità legate alla mafia. Perché bisogna parlarne: l'omertà e il silenzio sono pane per i denti di Cosa Nostra e conoscere fin da giovani questa piaga è fondamentale per combatterla.

71T6fKHZagL.jpg

Ti potrebbe interessare anche

“Famiglie favolose”, le fiabe tradizionali sulle famiglie non convenzionali
Libri per dislessici, i nuovi romanzi per ragazzi ad alta leggibilità di Mondadori
I migliori romanzi che parlano (anche) di maternità
Parlare di suicidio ai ragazzi? Ci pensa un romanzo (senza peli sulla lingua)
I migliori podcast per bambini
Festa della Donna, i libri da regalare alle nostre figlie
Crescere bambini femministi: ecco i libri da leggere
I libri di logopedia per genitori
Elf on the Shelf, la tradizione natalizia
Dove sei, piccolo giallo?
I “Manuali di sopravvivenza” di Sarah Spinazzola, i libri da cui non possiamo staccare gli occhi!
Come fare rispettare le regole attraverso le fiabe
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg