“Famiglie favolose”, le fiabe tradizionali sulle famiglie non convenzionali

Ma come può esistere la famiglia tradizionale se ogni famiglia è non convenzionale? Esistono forse famiglie perfette? Famiglie uguali alle altre? No. E questo libro mostra, in maniera graziosissima e coinvolgente, come esistano famiglie davvero di tutti i tipi. Perché se i media mainstream mostrano ancora solo la famiglia (che loro ritengono) “tradizionale”, le famiglie vere sono quelle in cui c’è amore. E non è una frase fatta. Almeno finché esisteranno le discriminazioni.

La particolarità di questo libro? Il fatto di narrare storie ispirate a fatti realmente accaduti e a famiglie vere. A raccoglierle ci hanno pensato Francesco Maddaloni e Guido Redaelli, che hanno voluto offrire ai bambini un libro di favole come quelli di una volta, grandi, illustrati e confortevoli, dando la possibilità di leggere storie vere, verosimili e normali, diffuse e coinvolgenti.

Leggere queste storie, quindi, allarga l’orizzonte dei bambini, non limitandolo ai classici Disney e alle fiabe standardizzate, ma mostrando loro la bellezza della diversità, aiutandoli a comprendere un pochino di più il mondo che c’è fuori.

“Famiglie favolose”, le fiabe tradizionali sulle famiglie non convenzionali

In Famiglie favolose”, libro edito da Salani, ci sono storie bellissime, dolcissime e importantissime nella loro semplicità. Quella della pecorella australiana Mirtilla, che racconta ai bambini la bellezza dell’adozione e dell’accettazione della propria identità; quella dei fenicotteri rosa Carlos e Fernando e del sogno di diventare papà; quella delfina Pinky e della sua malattia rara che la rende tutta rosa e quella di Milo e della sua famiglia di cigni inglesi separati; quella delle mamme single Susie e Alberta che uniscono le forze. E poi ci sono le storie di Ciro, papà di una famiglia numerosissima, e di Amani, leonessa del Botswana che diventerà leone capobranco.

IMG_6262.jpg

Le illustrazioni sono bellissime, favolose quanto le “Famiglie favolose” a cui donano vita: sembra proprio uno di quei vecchi libri di favole illustrati, come le fiabe di La Fontaine, di Esopo e di Fedro che leggevamo (e sfogliavamo) da piccoli e che ci facevano scoprire il mondo attraverso storie di animali nei quali rispecchiarsi. Ecco, anche questo è un aspetto da non sottovalutare: questo libro è bello da sfogliare, da guardare, e i bambini possono prenderci confidenza entrando fino in fondo nelle storie, imparandole a memoria e seguendole visivamente di pagina in pagina.

E non è un solo illustratore ad essere stato coinvolto: le matite che hanno tracciato i bellissimi disegni sono quelle di Charles Bailey, Herikita, Patricia Pedro Afonso, Alice Piaggio, Mateo Rivano, Daniela Tieni e Rosi Tooth. Ogni storia, quindi, ha un suo tratto, ed è bellissimo riconoscerle anche attraverso questo dettaglio!

IMG_6263.jpg

Le fiabe susciteranno domande? Forse. Saranno motivo di approfondimento? Speriamo! Perché i libri servono anche a questo, e questa raccolta di fiabe e illustrazioni è davvero preziosissima per genitori che vogliano crescere bambini consapevoli, rispettosi, empatici e sereni.

Ti potrebbe interessare anche

Libri per dislessici, i nuovi romanzi per ragazzi ad alta leggibilità di Mondadori
I migliori libri per bambini per parlare di mafia
I migliori romanzi che parlano (anche) di maternità
Parlare di suicidio ai ragazzi? Ci pensa un romanzo (senza peli sulla lingua)
I migliori podcast per bambini
Festa della Donna, i libri da regalare alle nostre figlie
Crescere bambini femministi: ecco i libri da leggere
I libri di logopedia per genitori
Elf on the Shelf, la tradizione natalizia
Dove sei, piccolo giallo?
I “Manuali di sopravvivenza” di Sarah Spinazzola, i libri da cui non possiamo staccare gli occhi!
Come fare rispettare le regole attraverso le fiabe
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg