Vitamina C e bambini, l’importanza di assumerne abbastanza

Se la vitamina C è così famosa (potremmo tranquillamente chiamarla la star delle vitamine) un motivo ci sarà. La sua importanza per il nostro organismo è provata, conosciuta e innegabile, e lo sapevano bene in passato i poveri marinai che, per mancanza di frutta e verdura fresche, si ritrovavano con lo scorbuto.

Lo scorbuto non è altro che la mancanza dell’acido ascorbico, meglio conosciuto come vitamina C. Esserne carenti, infatti, porta a moltissimi problemi, come le anemie, i disturbi digestivi, le emorragie e le iperpigmentazioni cutanee.

Oggi incorrere nello scorbuto è difficile, certo, ma non è così difficile essere carenti di vitamina C, perché purtroppo non sempre attraverso l’alimentazione riusciamo ad ottenere le dosi giornaliere raccomandate.

E per i bambini? La vitamina C è altrettanto importante, se non di più. Vediamo quindi di cosa si tratta e come assicurarsi di assumerne a sufficienza.

Vitamina C e bambini, l’importanza di assumerne abbastanza: perché è giusto integrare la vitamina C e sceglierla NATURALE.

Facendo un passo indietro, la vitamina C è una vitamina idrosolubile, che si scioglie quindi in acqua. Per questo motivo il nostro organismo non riesce ad accumularla, ma deve continuare a procurarsene attraverso l’alimentazione.

Il ruolo della vitamina C per l’organismo è fondamentale, perché è grazie a essa se riusciamo a sintetizzare gli aminoacidi, gli ormoni e il collagene, oltre che a mettere in atto molte reazioni metaboliche. Oltre a questo, sono noti i suoi benefici: aumenta le difese immunitarie del corpo, previene il rischio di tumori, aiuta a neutralizzare i radicali liberi…

Come accennato, non potendo accumularla, il nostro organismo deve sempre cercare di assumerla, attraverso cibi freschi (e non cotti, dal momento che la vitamina C è un elemento molto sensibile al calore e viene distrutta durante la cottura in acqua calda). Frutta e verdura fresca ne sono piene, in quantità maggiori o minori in base alla varietà.

Le arance, ad esempio, ne contengono moltissima, così come i kiwi, l’acerola, i pomodori, i broccoli…

Ma come fare se non abbiamo a disposizione sempre frutta e verdura fresche e se i nostri bambini non gradiscono ciò che gli offriamo? Non possiamo certo lesinare sulla vitamina C, che anche per loro è importantissima (tanto nei mesi freddi quanto in quelli caldi).

L’ideale, in questo caso, è puntare su degli integratori di vitamine naturali. E NON chimiche! Cosa significa? Significa fare attenzione a scegliere integratori che siano composti da vitamine naturali, e non create in laboratorio. Vari studi dimostrano infatti che le vitamine naturali sono molto più efficaci di quelle chimiche, essendo assimilabili più velocemente ed eliminabili più lentamente e garantendo così una percentuale di vitamina molto più alta. È il caso, ad esempio, della vitamina C estratta dal succo di acerola rispetto a quella prodotta chimicamente.

Tra i vari integratori uno molto valido - per mia esperienza personale! - è Arkovital Acerola 1000 di Arkopharma , un integratore di vitamina C naturale 100% e vegetale che non contiene nulla di chimico, né tra gli ingredienti, né tra gli eccipienti, né tra i coloranti. Fonte di vitamina in questo caso è proprio l’acerola, di cui parlavamo, un piccolo frutto che ricorda la ciliegia originario dell’America Latina, ad altissimo contenuto di acido ascorbico.

acerola-yoga.jpg

L’ho provato perché già conoscevo i benefici dell’acerola, frutto che tuttavia fatico a trovare qui in Italia. Ho dunque acquistato Arkovital Acerola, e l’abbiamo assunto sia io che il mio bambino, che aveva bisogno di ritrovare un po’ di energia a causa del cambio di stagione, che ci lascia sempre tutti un po’ fiacchi. La vitamina C dell’acerola è infatti perfetta per ristabilire le energie e per diminuire la stanchezza, oltre che essere indicata per contrastare lo stress ossidativo e l’invecchiamento cellulare.

E per chi fuma è davvero consigliato, questo integratore! Fumare, infatti, riduce la quantità disponibile di vitamina C, rispetto al non fumare.

acerola-bimbo.jpg

 

acerola-bambino.jpg

Come vi ho detto, sia io che il mio bambino l’abbiamo assunta: Arkovital Acerola è pensata per bambini dai 6 anni che possono assumerla nella misura di mezza compressa al giorno, in modo da rinforzare le difese immunitarie e combattere lo stress e la stanchezza.

Ti potrebbe interessare anche

La vitamina C, le sue proprietà e gli integratori per bambini
L'acerola, il frutto della vitamina C
I rimedi naturali energizzanti per bambini
Tè rosso alla rosa e cannella
3 integratori utili per i bambini da tenere sempre in casa
Tisane e decotti per i bambini
Gli alicamenti: cosa sono e come usarli in famiglia
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg