Le decorazioni natalizie in tempo di pandemia: prima è, meglio è

Tendenzialmente l’albero di Natale e le decorazioni compaiono in casa (suppergiù) attorno all’8 dicembre, in tempo per l’Avvento e in tempo (per i bambini del Nord!) per Santa Lucia. Le città cominciano però ad addobbare sempre prima, con le luminarie che fanno capolino già a metà novembre, e con loro molte famiglie si portano avanti. C’è chi critica questa scelta perché solo “commerciale”. Ma lo spirito del Natale è qualcosa di reale, sia per i credenti sia per chi non è cristiano, e quest’anno, a quanto pare, addobbare prima del tempo è addirittura benefico.


Quando, infatti, una pandemia stravolge la vita, trovare un po’ di felicità nel clima natalizio è legittimo e consigliato. Parola di psicologi.

Le decorazioni natalizie in tempo di pandemia: prima è, meglio è

Quest’anno (l’annus horribilis del covid) addobbare prima del tempo è benefico: il Natale, infatti, è un periodo dell’anno più confortevole del solito (per molte persone) e la tradizione vuole che, cristiani o non cristiani, in questo periodo si viva con più generosità, amore e senso di famiglia, facendo attenzione a ciò a cui siamo grati e passando molto più tempo di qualità con i propri cari.

Alle decorazioni, agli addobbi di Natale, all’albero e al Presepe si associano quindi (anche inconsciamente) delle sensazioni di benessere. Ecco perché quest’anno sono moltissime le persone che già stanno addobbando casa ed ecco perché la psicologa Melissa Robinson Brown consiglia di seguire il loro esempio correndo a decorare l'albero di Natale.

In una intervista all’Huffington Post la dottoressa spiega infatti che “Le persone desiderano in maniera potente gioia e felicità. Questo è stato un anno significativo pieno di dolore e perdite: la perdita della libertà, la perdita del tempo passato con i cari, la perdita del lavoro e del guadagno, la perdita di persone amate, solo per citarne alcune. Per questo le persone stanno cercando conforto e guarigione”.

decorare-natale.jpg

L’atmosfera natalizia, dunque, diventa pretesto di felicità, per circondarsi di cose che fanno stare bene, che fanno pensare a cose belle, che ricordano il tempo passato in famiglia e che evocano gli amati/odiati pranzi con i cari, che nel 2020 diventano davvero molto più preziosi del solito.

Decorare, decorare, decorare: ecco il consiglio. Facciamolo prima del tempo, approfittando delle ore in cui siamo costretti a stare in casa anche nel weekend, facendo il nostro dovere per evitare di diffondere il virus.

Quand’è appropriato, insomma, cominciare a fare l’albero, ad appendere lucine e decorazioni e a fare il Presepe? Non c’è una data! Possiamo iniziare subito.

Ti potrebbe interessare anche

Gestire lo stress anche durante le feste
Come rendere la preparazione del pranzo di Natale più semplice
5 lavoretti di Natale Montessori
5 lavoretti di Natale da regalare
Le regole per i parenti, per passare un Natale sereno con un neonato
I più begli adesivi per la cameretta e per la casa
Consigli per un Natale da genitori rispettosi
Dire no alle feste quando i bimbi non se la sentono è perfettamente normale!
Attività STEM per Natale
I modi per rendere magico il Natale
Il Mercatino di Natale finlandese di Milano
Il calendario dell'avvento: il PDF scaricabile
 

Cecilia

Untitled_design-3.jpg