Come fare la marmellata con l'estrattore

Tra le infinite ricette che il vostro estrattore di succo vi permette di preparare ce ne sono alcune che non vi sareste mai aspettate. Su tutte? La marmellata, ottima per gli spuntini, le merende salutari dei nostri bambini e le colazioni, ottenuta semplicemente attraverso l'utilizzo degli scarti dei vostri succhi vivi. Sanissima e senza addensanti!

Ecco come fare la marmellata con il vostro EstraggoPro: dagli scarti della frutta un'ottima confettura sanissima e buonissima

Il bello dell'estrattore è che oltre a permetterci di realizzare ottimi, sani e nutrienti succhi vivi in casa, può essere utilizzato in modo da non buttare gli scarti, deliziosi e perfetti per essere riutilizzati in altre ricette. Una di queste è la marmellata fatta in casa, un'alternativa a quella solita fatta a partire dalla frutta intera, ma che a differenza di essa, fortunatamente, non prevede addensanti artificiali.

Gustatevi quindi i vostri soliti succhi, ma badate di non gettare via gli avanzi e gli scarti! In questo modo potrete preparare la vostra marmellata, assicurandovi la freschezza della frutta fresca per un periodo molto più lungo e in tutta comodità. 

La marmellata è un alimento prezioso per l'alimentazione, ma soprattutto quella ottenuta tramite l'estrattore: la grande quantità di fibre aiuta a migliorare le funzioni intestinali, a ridurre il colesterolo cattivo, a ridurre il senso di appetito; e l'utilizzo del dolcificante naturale (in questo caso la stevia) è fondamentale per tenere sotto controllo la glicemia.

Ingredienti:

600 grammi di frutta

2 cucchiai di sciroppo d'agave

1 limone

5 grammi di agar agar

Preparazione:

Dopo aver lavato e pulito la frutta, inseriamola nell'estrattore insieme al limone a fettine (oppure pulito del tutto dalla buccia, nel caso in cui l'estrattore non sia abbastanza potente). Estraiamo il succo, versiamolo in una ciotola e aggiungiamo lo sciroppo d'agave e l'agar agar, il nostro addensante naturale.

Travasiamo il succo così ottenuto in un padellino con bordi alti e portiamolo ad ebollizione continuando a mescolare fino a che non s'addenserà.

Sterilizziamo alcuni vasetti di vetro facendoli bollire in acqua per 10 minuti, quindi asciughiamoli e travasiamo la nostra marmellata al loro interno. Chiudiamo i coperchi e capovolgiamo i vasetti a testa in giù. Lasciamoli raffreddare e la nostra marmellata sarà pronta, da conservare per qualche mese in dispensa perché sottovuoto.

Giulia

giulia.jpg

Cecilia

Untitled_design-3.jpg

×
Newsletter